Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2008

Giornalisti Calabresi. Le quote 2008

COMUNICATO
Federazione Nazionale Stampa Italiana
SINDACATO DEI GIORNALISTI DELLA CALABRIA
REGGIO CALABRIA

Cara/o Collega, in conformità alle disposizioni emanate dalla F.N.S.I. e dall’Ordine dei Giornalisti Regionale e Nazionale, ti comunico le quote per l’anno 2008:

GIORNALISTI PROFESSIONISTI, PUBBLICISTI, PRATICANTI
Ordine dei Giornalisti, Fnsi/Sgc € 170,00 (Pensionati € 120,00)
Unione Cattolica Stampa Italiana € 20,00 (e 2 fotografie)
Unione Stampa Sportiva Italiana € 20,00
Tesserino Sconti Trenitalia 2008 € 50,00
Carte de Presse International € 60,00 (e 2 fotografie)

N.B. *I giornalisti contrattualizzati debbono obbligatoriamente autorizzare la trattenuta dello 0,30 a favore della F.N.S.I. e sono invitati a darne comunicazione a questo Sindacato. Gli stessi sono esentati dal versamento di € 70. I contrattualizzati che non autorizzano la trattenuta non sono iscritti alla F.N.S.I. ed al Sindacato.
PRINCIPALI CONVENZIONI RISERVATE AGLI ISCRITTI FNSI - SGC
TRENITALIA: dà diritto ad una riduzione d…

GALASSIA GUTENBERG 3

Diario di bordo GALASSIA GUTENBERG 2008 L'editoria calabrese è sempre più concreta Leggiamo qui di seguito la terza puntata del "Diario di bordo' della Fiera "Galassia Gutenberg" di Napoli che i nostri amici di "Bottega Editoriale" stanno redigendo per i quattro giorni della manifestazione stessa. Oggi la nostra cronaca semiseria sarà seria. Anzi: serissima. A tal fine abbiamo sguinzagliato una delle nostre 'bottegaie" più in gamba, Francesca Rinaldi, a verificare quali siano stati i generi editoriali che hanno maggiormente riscontrato l'interesse nel pubblico dei visitatori. Ci racconta che la produzione libraria calabrese più interessante è stata la saggistica. Ciò rappresenta, a nostro avviso, la conferma di una positiva tendenza che ci sembra più generale. Ci riferiamo al fatto che, ferma restando una forte vocazione verso la narrativa, l'editoria calabrese sta segnando una progressiva attenzione verso la concretezza. Il che significa, s…

GALASSIA GUTENBERG 2

Diario di bordo GALASSIA GUTENBERG 2008 I bottegai “persi” in dotti colloqui LEGGIAMO qui di seguito la seconda puntata del “Diario di bordo” della Fiera “Galassia Gutengerg” di Napoli redatto da Bottega Editoriale. SÌ. È vero. Ci siamo un po’ montati la testa. Ma vorremmo vedere voi dopo due giornata passate a chiacchierare con Stefano Rodotà, Gianni Vattimo, Mauro Giancaspro, Paolo Jedlowski, Rosa Russo Jervolino, Renate Siebert e Alex Zanotelli. Vabbé, vabbé. Non è che tutti loro hanno passato tutto il loro tempo con noi. Però, dalla “chiacchiera” che abbiamo avuto con ciascuno di loro, sono emerse notizie e curiosità mica male... Un esempio? Ve ne offriamo due. Anzi, tre. Crepi l’avarizia! Con Rodotà abbiamo dialogato sul suo difficile rapporto con la Calabria e con i calabresi. Vattimo ci ha invece raccontato degli anni trascorsi, bambino sfollato a Cetraro dalla natìa Torino. E di come, una volta tornato in Piemonte, subì i dileggi dei suoi compagni di gioco a causa del suo acquisito…

GALASSIA GUTENBERG 1

Diario di bordo GALASSIA GUTENBERG 2008 I pregi dei campani e gli assenti calabresi Puntuali come le cambiali, i nostri amici di "Bottega Editoriale" redigeranno, per i quattro giorni della Fiera "Galassia Gutenberg" di Napoli, il loro abituale "Diario di bordo". Ecco la prima puntata. Questa prima puntata del nostro "Diario di bordo" è caratterizzata da cinque notizie positive. Prima di elencarle, però, siamo assaliti da un dubbio: che l'effetto dolcificante dell'ancora non ben digerito cioccolato pasquale ci stia condizionando nella valutazioni? Mah. Lo deciderete voi stessi, cari lettori, dopo aver letto le righe che seguono. La prima notizia è che ci attendevamo di trovare un'ondata di "monnezza". E invece no! Nulla più del solito, quantomeno. La seconda è relativa ad un'inaspettata efficienza partenopea. Lo stand della Regione Calabria era stato installato in un settore non opportuno. Con prontezza e apparso il patron. F…

24 marzo 1944. L'Eccidio delle Fosse Ardeatine

Da Wikipedia
L'eccidio delle Fosse Ardeatine è il massacro compiuto a Roma dalle truppe di occupazione della Germania nazista il 24 marzo1944, ai danni di 335 civili italiani, come atto di rappresaglia per un attacco eseguito da partigiani contro le truppe germaniche ed avvenuto il giorno prima in via Rasella. Per la sua efferatezza, l'alto numero di vittime, e per le tragiche circostanze che portarono al suo compimento, è diventato l'evento simbolo della rappresaglia nazista durante il periodo dell'occupazione. Le "Fosse Ardeatine", antiche cave di pozzolana site nei pressi della via Ardeatina, scelte quali luogo dell'esecuzione e per occultare i cadaveri degli uccisi, sono diventate un monumento a ricordo dei fatti e sono oggi visitabili.
Continua a leggere QUI

Il Discorso sul Razzismo di Barack Obama del 18 marzo 2008

Qui di seguito (in inglese), il discorso sul razzismo di Barack Obama, candidato per i Democratici alla presidenza degli Stati Uniti d'America. Secondo molti, rappresenta uno dei discorsi più importanti negli ultimi 40 anni.
***
Transcript: Senator Barack Obama's speech Published: March 18, 2008 The following is the text of Barack Obama's speech in Philadelphia, as prepared for delivery and provided by his campaign. "We the people, in order to form a more perfect union." Two hundred and twenty one years ago, in a hall that still stands across the street, a group of men gathered and, with these simple words, launched America's improbable experiment in democracy. Farmers and scholars; statesmen and patriots who had traveled across an ocean to escape tyranny and persecution finally made real their declaration of independence at a Philadelphia convention that lasted through the spring of 1787. The document they produced was eventually signed but ultimately unfinished. I…

I Traguardi dell'Istituto "Righi" di Reggio. Tecnologie laser per i beni architettonici

di BRUNO PINO (Fonte Il Quotidiano del 21 marzo '08 pag. 57)

LA TECNOLOGIA e le nuove metodologie al servizio della cultura. Un connubio che, in pratica, si sostanzia in rilevazioni digitali tridimensionali mediante strumentazioni moderne quali il Laser Scanner GPS, con interessanti applicazioni in archeologia, architettura, ingegneria e design.
Proprio con l’ausilio di tecnologie all’avanguardia, è stato effettuato il rilievo del Castello Aragonese di Reggio Calabria che ha portato, appena poco tempo fa, l’Istituto Tecnico Statale per Geometri “A. Righi” della città dello Stretto ad ottenere il primo posto (su una ventina di scuole partecipanti di tutta Italia) nel concorso nazionale bandito dalla Società Italiana di Fotogrammetria e Topografia, di concerto con il Ministero dell’Istruzione e dell’Università. La cui premiazione si è tenuta a Torino durante l’11^ Conferenza della Federazione delle Associazioni Scientifiche per le Informazioni Territoriali e Ambientali, prestigioso ed…

GENTE DI CALABRIA. Rosario Rossi, giovane ed apprezzato cardiologo e ricercatore calabrese a Modena

di BRUNO PINO (Fonte: Il Quotidiano della Calabria 13 marzo 08, pag. 52)

I PROBLEMI di cuore, non quelli della passione, ma quelli fisici che dipendono da quel muscolo che durante una vita batte miliardi di volte, sono il suo pane quotidiano.
Parliamo di Rosario Rossi, un giovane cardiologo, calabrese, che a questa particolare branca della medicina dedica molto tempo ed impegno professionale. Il prof. Rossi, 41 anni appena compiuti, lo conosciamo da sempre. Aiellese Doc, a scuola è sempre stato tra i più bravi; tra quelli che hanno sempre studiato con diligenza e profitto. Dopo il liceo, come sovente succede, le strade di tanti si dividono. Lui scelse di studiare Medicina e Chirurgia a Modena. E lì, in Emilia Romagna, dopo che nel 1992 ha conseguito la laurea, naturalmente col massimo dei voti, è rimasto a vivere e lavorare. La Calabria, comunque, ce l’ha sempre nel cuore. Qui ha la madre, diversi parenti e tanti amici, e qui non manca di ritornare con la moglie Linda (calabrese anche l…

FRANCIA, MORTO L'ULTIMO VETERANO DELLA GRANDE GUERRA

Fonte: ANSA.it
2008-03-12 18:06
E' morto a 110 anni Lazare Ponticelli, l'ultimo dei reduci francesi sopravvissuti a quel carnaio delle trincee della Grande Guerra. Lazare? In realtà Lazzaro, italiano - nato il 7 dicembre 1897, a Bettola, sull'Appennino piacentino, a nove anni e mezzo emigrato dall'altra parte delle Alpi - nome francesizzato nel 1939, quando venne naturalizzato.

La morte di Ponticelli è stata annunciata dal presidente francese Nicolas Sarkozy, che ha ricordato "il ragazzo italiano giunto a Parigi per guadagnarsi la vita". Per Ponticelli è previsto un omaggio nazionale con una messa agli Invalides, alla presenza del capo dello Stato. Ma la data non è stata ancora fissata. Ponticelli aveva sempre rifiutato esequie nazionali alla sua morte. "Se sarò io l' ultimo, dico no. Sarebbe un affronto nei confronti di tutti quelli che sono morti senza alcuna considerazione", aveva detto Ponticelli, che voleva riposare un giorno nella tomba di f…

I Cento anni dell'8 marzo. Tina Modotti. La storia di una donna fantastica, sospesa tra mito e realtà

Per il Centenario dell'Otto Marzo, proponiamo ai navi-lettori la storia di una grande donna rivoluzionaria. Quella di Tina Modotti: "né santa né puttana, solo donna. Una vita, o un sogno di libertà?". Il volume che ne racconta la vita è un libro a fumetti, scritto da Paolo Cossi e pubblicato nel 2003 da Edizioni Biblioteca dell'Immagine di Pordenone.
"Questa - si legge in seconda di copertina - è la vera storia di una donna fantastica, sospesa tra mito e realtà. L'arte, la fotografia, il cinema, gli amori, la rivoluzione vissuta sulla pelle: le esperienze di una delle più affascinanti e ammirate donne della storia fanno da sfondo a questo romanzo fumetto".

§§§

Qui di seguito, invece, riportiamo la biografia della Modotti tratta da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tina Modotti
«Ogni volta che si usano le parole "arte" o "artista" in relazione ai miei lavori fotografici, avverto una sensazione sgradevole dovuta senza dubbio al cattivo …

1909-2009: SI AVVIANO LE INIZIATIVE IN VISTA DEL CENTENARIO DELLA NASCITA DEL FUTURISMO. "STORIA DELL'ARTE ITALIANA 1909-1942"

Sarà presentato lunedì 10 marzo a Roma presso l'Accademia Nazionale di San Luca il nuovo libro di Alessandro Masi, "Storia dell'arte italiana 1909-1942".
All'incontro, coordinato da Giorgio Ciucci, interverranno Giorgio Muratore, Duccio Trombadori e lo storico Lucio Villari

Nell'ambito delle celebrazioni per il centenario della nascita del Futurismo (1909-2009), sarà presentato lunedì 10 marzo alle ore 18.00 a Roma, presso l'Accademia Nazionale di San Luca (Piazza dell'Accademia di San Luca, 77), il libro di Alessandro Masi "Storia dell'arte italiana 1909-1942", (Ed. Edimond, pagg. 360, ? 28,00). All'incontro, coordinato da Giorgio Ciucci, Segretario Generale dell'Accademia Nazionale di San Luca e docente presso l'Università di Roma Tre, interverranno, oltre all'autore, Giorgio Muratore, titolare della Cattedra di Storia dell'Arte e dell'Architettura Contemporanea presso l'Università "La Sapienza"…