Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2014

Così non va

di Gaetanina Sicari Ruffo Il neocronista, Guido Scarpino, di 39 anni, del giornale “Il Garantista” di Sansonetti, in edicola dal 18 giugno, ha subito un'intimidazione: gli è stata incendiata la Mercedes di sua proprietà, posteggiata in prossimità della sua abitazione. Constatiamo con amarezza che persiste la vecchia abitudine intimidatoria ai danni di persone dal libero pensiero che vorrebbero riscattare la nostra terra. Se c'è qualche possibilità che la Calabria esca dal tunnel del malaffare e dall'oscurantismo a cui l'hanno condannata anni di sudditanza e di perverso affarismo di comodo, non è certo con questo sistema che si  può dimostrare d'essere  una regione pronta a far parte di una rinnovata Europa.
Cessino i malintesi e le ritorsioni, si dia via libera a chi intende collaborare per il bene della comunità! Questi segnali rivelano che la via è difficile, ma possibile se interviene non la volontà del disfattismo e della vendetta, ma della amicizia e della solidar…

Archeologia. Nuove attività di ricognizione nei territori di #Temesa

AMANTEA (Cs) – C’è sempre qualcosa di celato nel sottosuolo di Temesa che viene alla luce. Basta cercarlo. Le attività di ricognizione, effettuate in questi giorni, nei territori di Campora San Giovanni, sotto la direzione scientifica di Francesco La Torre e Fabrizio Mollo dell’Università di Messina, assieme alla Soprintendenza  per  i  beni  archeologici  della  Calabria  e  il  supporto  immancabile  del  Gruppo Archeologico Alybas di Serra d’Aiello, hanno sinora dato buoni frutti. In particolare, come ci ha raccontato Margherita Perri di Alybas, «hanno  permesso  di  determinare,  ipoteticamente, l’estensione  della  villa  di  epoca  romana  imperiale  di  località  Principessa  dove,  nel  2010,  erano  state portate  alla  luce  le  strutture  relative  all’impianto  termale  di  questa  villa.  Questo  insediamento, considerato  nelle  sue  parti  abitative  e  nelle  sue  parti  produttive – ha aggiunto -,  doveva  arrivare  ad  avere un’estensione di circa quattro ettari». Il …

Archeologia. La XVII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. A Paestum, dal 30 ottobre al 2 novembre 2014

#D-DAY, 6 giugno 1944, nome in codice “Overlord”

Gaetanina Sicari Ruffo È stato solennemente ricordato dai capi di Stato in visita in Normandia, nel Castello di Benouville, lo sbarco anfibio che salvò l'Europa, nella II guerra mondiale, settanta anni fa. Obama l'ha definito testa di ponte della democrazia. Egli poi ha aggiunto davanti alle croci bianche della verde pianura normanna che ricordavano il sacrificio dei caduti: Questi sono i campioni che aiutarono un continente a tornare libero... Quando vi capita di perdere la speranza, quando il mondo vi rende cinici, fermatevi a pensare a questi uomini, molti dei quali hanno dato la loro vita per ridare la libertà a popoli che nemmeno conoscevano. Fu però un massacro. Vi morirono più di 10.000 uomini. La guerra ebbe da quel momento una svolta decisiva e finì otto mesi dopo quel giorno. Mi sono commossa alle  parole del Presidente americano, pensando alle giovani vite stroncate in quell'occasione. Tra loro c'era Joseph Scutella, il mio parente italo-americano, morto in quel…

Fotografia. Per vinelle in b/w