Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2015

Dirà l’Europa no a chi da oriente...? Una riflessione in versi sulla questione greca

di Franco Pedatella

Dirà l’Europa no a chi da oriente
venne a portarci Atena, Europa e Apollo,
venne a portarci la democrazia
che abbiamo su bandiere nostre iscritta?

Abbiamo fatto la rivoluzione
francese, alla borghesia donando
la piena facoltà di stabilire
la vita della gente, veglia e sonno.

Il popolo rispose con l’Ottobre
sovietico che aperse agli operai
la strada del potere popolare.

Ora Platone noi facciam tacere?
La bella pace abbiam dimenticato?
Facciamci guerra mentre altrui ci assale?

Degli uomini il più saggio ci invitava
a conoscenza avere di noi stessi.
Miglior rimedio ad ogni tracotanza
è aver coscienza: saper di non sapere.

Belmoro di Alvaro (parte 3)

Gaetanina Sicari Ruffo Siamo nel caos postapocalittico determinato da una conflagrazione atomica che ha sconvolto ogni ordine, ha cancellato i fasti del passato e ridotto i frammenti di esso a pure forme archeologiche, ornamentali, buone per ornare qualche bottega di rigattiere. Gli uomini sono ombre di uomini. AndCo, un uomo senz'anima con il cuore di cellophan, Larcaris, un ibernato che garantisce la perpetuazione della specie e poi Ippolito, Braccio, Marino, Populos, nuovi Proci variamente caratterizzati. La parola viene usata nel linguaggio quotidiano, senza alcuna ascendenza culturale che così scompare. Resta il suo significato concreto, fisico: Le parole, adoperate nella loro forma tradizionale significavano però un'altra cosa, come Democrazia, Libertà, Popolo. Tutta la fatica consisteva nel trovare parole che giustificassero qualsiasi azione e qualsiasi atteggiamento... Per esempio la parola Pace, che si pronunziava volendo significare Guerra, giacchè questa parola a sua …

Concorso di poesia “Francesco Graziano” 2015. I vincitori della quarta edizione

La cerimonia di premiazione del concorso nazionale di poesia edita ed inedita ‘Francesco Graziano’ si svolgerà il prossimo sabato 20 giugno alle ore 17:30 presso il Museo di arte sacra di Rogliano. L’evento dedicato al fondatore dell’associazione ilfilorosso è giunto alla quarta edizione. Le poesie vincitrici verranno lette da Antonio Simarco ed Erica Fuoco, accompagnati dalle note dei maestri Lorenzo Patella e Karin Renzelli. Per l’occasione inoltre la sala del museo accoglierà la suggestiva istallazione di Poesia visiva a cura dell’insegnante e artista cosentina Lucia Longo. La serata si concluderà con la degustazione di prodotti tipici del territorio. I vincitori di questa edizione del premio sono stati designati dalla giuria presieduta da Annalisa Saccà, docente di docente di letteratura italiana presso la St. John’s University di New York, e composta da Luigina Guarasci, direttore de ilfilorosso di Cosenza, Vincenzo Ferraro, dirigente scolastico e critico letterario di Cosenza, …

La profezia nella letteratura

di Carmelina Sicari Si parla tanto della profezia contenuta nel romanzo di Michel Houellebecq, Sottomissione. Scioccante risulta non solo il contenuto della profezia, l'invasione dell'Islam e l'assoggettamento della cristianità ad esso, quanto il genere stesso, la profezia nella letteratura. È che abbiamo corta memoria, perchè la profezia è stata da sempre collegata alla letteratura e non solo con Dante. Ad esempio nella Canzone d'Aspromonte, la canzone di gesta dei normanni, la profezia corre abbondante e c'è anche la risposta alla sottomissione. L'ossessione della sottomissione spinge i musulmani ad invadere la Sicilia, Agolante manda costantemente i suoi ambasciatori a chiedere il tributo ai cristiani. Che la Canzone d'Aspromonte contenesse una profezia fu subito detto da qualcuno dei lettori interpreti, quando era assolutamente inimmaginabile lo svolgimento in una determinata direzione degli eventi. Che gli arabi tornassero per mare e aggredissero la ci…

#GiornataMondialeAmbiente #5giugno2015

Belmoro di Alvaro (parte seconda)

di Gaetanina Sicari Ruffo (Qui la prima parte)
La modernità di Alvaro sta proprio nella dinamicità che caratterizza gli ambienti che egli rappresenta, non solo ambienti reali più strettamente vicini alla sua esperienza di uomo maturo, ma pure quelli che la sua sensibilità gli proietta in un possibile futuro. Unica componente comune è la moralità. L'uomo della sua ultima invenzione, Belmoro si muove dentro una situazione labirintica, su diversi piani e scopre una struttura del mondo a mosaico. La parte terrena in cui egli cade alla lettera da una misteriosa provenienza, forse da un astro, è inautentica ed artificiosa. Nasce praticamente adulto e narra in prima persona:- Ignoravo la stagione e il giorno e l'ora del mio arrivo in quella contrada. Nè riuscivo a ricordare come vi ero caduto. Ricordavo assai poco del mio luogo d'origine e la mia mente circondò di mistero quella provenienza. Così credetti sempre di essere caduto da un astro, in cui alcune presenze senza età mi ammoni…

Concorso di Poesia #FrancescoGraziano. Sabato 20 giugno, a Rogliano (Cs), la cerimonia di premiazione della IV edizione

Cerimonia di premiazione della IV edizione del concorso di poesia edita ed inedita dedicato a Francesco Graziano che si terrà sabato 20 giugno alle ore 17: 30 presso il Museo di Arte Sacra, nel cuore di Rogliano.  La lettura delle poesie vincitrici, a cura di Antonio Simarco ed Erica Fuoco, sarà intervallata dalle musiche dei maestri Lorenzo Patella e Karin Renzelli. Verrà inoltre ospitata la suggestiva istallazione di Poesia visiva di Lucia Longo. Per concludere è prevista la degustazione di prodotti tipici del territorio a cura del rinomato Panificio di Cuti.

Il Piave mormorò: Fuoco sulla Brigata Catanzaro. Un racconto sulla #GrandeGuerra di Mario Aloe

"Il tenente Speranza, era come loro un uomo del sud, come loro parlava la lingua delle madri e voleva anche lui ritornare ad insegnare nella sua Cosenza. Al liceo Telesio lo aspettavano le declinazioni di latino e greco. La notte avanzava e agli spari dei fucili adesso erano mischiati scariche di mitragliatrici".

La Guerra Dei Poveri
Alcuni link che trattano dell'ammutinamento della Brigata Catanzaro e la sua decimazione. http://www.cimeetrincee.it/catanzaro.htmhttp://www.grandeguerra.ccm.it/scheda_archivio.php?goto_id=1249http://espresso.repubblica.it/grandeguerra/index.php?page=estratto&id=655