Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2016

Su Nando Aloisio

Il #28aprile1923 nel quartiere S. Francesco, nasceva #FerdinandoAloisio. Le sue due vite, quella vissuta ad Aiello e quella in Argentina come emigrato, saranno votate all'impegno civile, politico e sindacale. In Argentina, divenne uno dei più popolari dirigenti delle associazioni degli emigrati italiani. Lo scorso anno, in questo stesso giorno veniva annunciato il ritorno ad Aiello delle ceneri che sono poi giunte in paese il 31 luglio 2015, a quasi 40 anni dalla morte – avvenuta a Buenos Aires il 12 novembre 1975.  Per un approfondimento biografico e della sua attività politico-sindacale, vi rimandiamo ad un nostro scritto contenuto nel volume "La Calabria dei Migranti", edito dall'Icsaic, a cura di Vittorio Cappelli, Giuseppe Masi, Pantaleone Sergi - Supplemento alla Rivista Calabrese di Storia del ‘900 (#Icsaic), dal titolo: "L'impegno di #NandoAloisio a favore dei lavoratori italiani in Argentina". Leggi su Accademia.edu
Vedi anche altri post QUI & 

Sanità & Ambiente. La regione Calabria e l'articolo 32 della Carta. Convegno a Soverato il 29 aprile

Il libro Cuore dell'Italia unita compie 130 anni

di Carmelina Sicari - direttrice di Calabria Sconosciuta Centotrent'anni fa appariva il libro Cuore di Edmondo De Amicis. Perché mi sento commossa? Un ricordo mi afferra. Ovvero il processo al libro Cuore intentato ad opera dell'Associazione Nuovo Umanesimo. Non sempre la critica è stata benevola verso questo testo giudicato caramelloso, prolisso, a tesi e così via, in un certo senso di propaganda. Di che? Dell'Italia unita. L'accusa al Processo ebbe una trovata straordinaria. - Lo accuso di imperfetto. L'imperfetto sintomo di profonda nostalgia è in effetti imperante nel testo. Eppure il Cuore non solo utilizza l'emozione ma compie una vera e propria operazione letteraria avanzata. Utilizza l'emozione certo. Ancora adesso quando leggo Sangue romagnolo piango. Ho analizzato il perché. Il Cuore fu assolto, certo, ma aveva avuto come difesa il senatore Emilio Argiroffi che si era dato a difendere Franti, il cattivo della situazione. Le mie ragioni sarebbero sta…

#GiornataMondialeDelLibro #23aprile2016

#Rime di #FrancescoDellaValle#23Aprile2016#GiornataMondialeDelLibropic.twitter.com/INY049zU0G — #BrunoPino (@brunopino66) 23 aprile 2016 Le lettere delle dame e degli Eroi di #FrancescoDellaValle#23Aprile2016#GiornataMondialeDelLibropic.twitter.com/4WQ3mAlo2F — #BrunoPino (@brunopino66) 23 aprile 2016
Vedi anche:

Il Blog di #BrunoPino: Giornata mondiale della Poesia 2012. Per ... 20 mar 2012 ... Giornata mondiale della Poesia 2012. Per celebrare l'appuntamento, qualche poesia di Francesco Della Valle, poeta Aiellese del Seicento. brunopino.blogspot.com In ricordo di Antonio Piromalli, nel decennale della morte 28 gen 2014 ... Antonio Piromalli, apprezzatissimo collaboratore della presente ... Qui il link ad un articolo sul poeta Francesco Della Valle, sul quale il prof. brunopino.blogspot.com

#RegistroTumoriCalabria, lo stato dell'arte, dopo l'approvazione della Legge regionale 2/2016

Qui sopra, il poster sullo stato dell'arte del Registro Tumori della Calabria, istituito con Legge regionale 2 del 2016, presentato nel corso dellaXX Riunione Scientifica Annuale dell’Associazione Italiana Registri Tumori, svoltasi a Reggio Emilia dal 13 al 15 aprile scorsi (altre info qui).

L'argomento trattato nel blog.
Il Blog di #BrunoPino: Il Registro tumori della Calabria. Lo stato dell ... 15 dic 2013 ... Sulla questione tumori, da qualche tempo, anche a seguito delle inchieste per inquinamento ambientale che riguardano un po' diffusamente ... brunopino.blogspot.com Il Blog di #BrunoPino: Inquinamento, cancro e registro tumori... 13 ott 2015 ... Inquinamento, cancro e registro tumori. Incontro a Tortora il 16 e 17 ottobre su mal'ambiente, salute e partecipazione cittadina. Primo Ciclo di ... brunopino.blogspot.com

Fiabe calabresi

di Carmelina Sicari – Direttrice di Calabria Sconosciuta Ho raccolto attraverso i ricordi della mia infanzia le favole che mia madre mi narrava. Ci sono motivi di grande interesse antropologico per una piccola comunità ai piedi dell'Aspromonte a cui i racconti si riferiscono. Innanzitutto il lieto fine e poi una sorta di Vangelo popolare o meglio dei poveri. Tutto quello che accade è bene. E tutto accade perché la giustizia sia ristabilita. Così ne Il mondo sottano dove il termine sottano sta per sotterraneo con echi impliciti alla zona oscura dell'inconscio, i ricchi piangono ed i poveri danzano. Viene ristabilita in tal modo una giustizia primordiale in cui i ricchi sono in qualche misura contro l'ordine giusto, il kosmos, con termine greco. Ploutos è un demone che tormenta con la sua inutilità, con l'impossibilità di produrre gioia. Ma c'è anche in chiave ironica il rifiuto della ricchezza da parte di Peromnia, Secula e Seculorum. Il racconto individua il disagio…

#AielloCalabro osservata da #Calendola

Verso la legittimazione del male

di Gae Sicari Ruffo - vice direttrice di Calabria Sconosciuta Il recente episodio del figlio di Riina, il boss crudele, autore di stragi spaventose anche a danno dello stato, detenuto da decenni nel carcere duro a scontare la pena secolare che mai si estingue, intervistato da Vespa, a Porta a Porta, fa molto riflettere. È il segno dell'inizio d'un cambiamento della morale tradizionale. Non tanto per il fatto in sé, che sia stata data voce a chi sta dall'altra parte della barriera, quanto per quello che ha detto. Ha scritto un libro sul padre e naturalmente, come usa da qualche tempo, viene per sponsorizzarlo e diffonderlo. In nome di quale principio? Ecco, qui sta il punto. Non è stato invitato come cittadino a chiedere scusa alla comunità in quanto figlio d'un uomo d'onore, ma per difendere le sue ragioni di figlio nei confronti d'un padre, quasi sempre assente. Cioè egli dice, per sua ammissione di separazione delle tematiche, che non gli importa sapere chi …

Colle Tilesio e monte Cocuzzo