Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2012

Lettere dal centro del mondo

di Gaetanina Sicari Ruffo
Rubbettino dà alle stampe un carteggio tra gli scrittori Sciascia e La Cava, durato circa trent'anni, dal 1951 all'88. E' contenuto nel  libro: Lettere dal centro del mondo di Milly Curcio e Luigi Tassoni (pp. 492, euro 17), storicamente ed umanamente importante perché fa capire l'intensità di una amicizia e le difficoltà di due autori del Sud. Sono circa trecento scambi epistolari, cominciati con il ringraziamento di Leonardo Sciascia per il libro recapitatogli da La Cava: Caratteri, edito da Lemonnier. Risalgono al tempo in cui Sciascia era maestro elementare, prima di abbandonare l'insegnamento per la letteratura e l'attività politica. Gli argomenti trattati sono vari, l'isolamento provinciale prima di tutto interrotto da brevi visite nella capitale, la difficoltà di reperire case editrici credibili  e i problemi ambientali e familiari. Sciascia confessa di ritirarsi spesso in campagna dove trova l'ambiente ideale per leggere…

“Il Sud è niente”

di Gaetanina Sicari Ruffo Questo il titolo d'un film, made in Calabria, del regista Fabio Mollo (nella foto), un giovane reggino che ha realizzato, giàdue anni fa, il cortometraggio dal titolo omonimo, premiato con il Production Award al Festival di Torino del 2010, entrato successivamente nella selezione ufficiale del Festival di Cannes del 2011e scelto come uno dei quindiciprogetti di filmografia internazionale. Non è tutto pacifico tuttavia. Si tratta di una vera e propria sfida per la sua realizzazione, data anche la giovane età del proponente: ci sono segnali di approvazione più volte confermati, ma occorrerà pazienza e soprattutto un consistente aiuto perché il film si realizzi. Sarà una co-produzione Italia-Francia, ma si sta cercando un terzo coproduttore, tedesco o austriaco, perché il tema è relativo all'episodio di Duisburg ed alle sue conseguenze. Sarà ambientato infatti  in un piccolo paese della costa reggina sullo Stretto di Messina e riguarderà il tema dell'o…

Buddha Image. La mostra sulla figura di Siddharta Gautama a Venezia dal 26 ottobre al 31 dicembre

L'interessante esposizione è curata dall'Associazione Terre del Mekong di Leo Antoniello che nell'agosto 2006 allestì, per la prima volta in Italia, la mostra in Calabria, ad Aiello Calabro (Cs).

Qui gli articoli relativi a quella mostra. http://www.aiellocalabro.net/expo/notiziario/archivio/archivio-notizie-da-aiello/anno-2006/una-mostra-sul-buddha-.aspxhttp://www.aiellocalabro.net/expo/notiziario/archivio/archivio-notizie-da-aiello/anno-2007/si-%C3%A8-chiusa-la-mostra-sulla-immagine-del-buddha.aspx

Il Consiglio d'Italia. Se n'è parlato a Belsito in un convegno pubblico

GALLERIA FOTO
AUDIO INTERVENTI
Interessante convegno a Belsito (Cs), lo scorso 13 ottobre, sul Consiglio d'Italia (vedi una scheda su Wikipedia),  "l'organo collegiale dei regni spagnoli (Castiglia, Aragona, Navarra), con sede a Madrid, competente per il governo degli stati italiani uniti dinasticamente alla Corona d'Aragona: i Regni di Sicilia e di Napoli, all'epoca governati da un viceré, cui si aggiunse successivamente il Ducato di Milano, entrato nella sfera asburgica fin dall'epoca di Carlo V". Hanno preso parte all'appuntamento culturale, organizzato dal Comune, il sindaco Basile; la prof.ssa Marta Petrusewicz, e il prof. Fausto Cozzetto, docenti di Storia dell'Università della Calabria; il prof. Giuseppe Abruzzo, della Fondazione Padula; e la dott.ssa Rossana Sicilia, che ha relazionato sull'argomento, oggetto della sua attuale ricerca storica.

La Santa Teresa d'Avila di Aloisio

Prendiamo spunto dalla ricorrenza religiosa di oggi, per postare l'immagine di una opera del pittore ottocentesco Raffaele Aloisio, e una breve descrizione a cura dello studioso Raffaele Borretti.
ESTASI DI S. TERESA D’AVILA" - Olio su tela, misura cm. 250 x 150. Si trova nella Chiesa della SS. Trinità di Castrovillari. Di Raffaele Borretti Probabilmente l’ultima opera di Aloisio, è certamente fra le più belle e meglio riuscite: non solo le due grandi figure sono tratteggiate stupendamente, ma tutto l’impianto ed i particolari del tavolo marmoreo e di tutta la scena denotano una mano ormai esperta. L’angelo, in volo, sta per scoccare il dardo dorato che colpirà il cuore della santa, in ginocchio:  anche per quest’opera l’autore si rifà ad esperienze del passato, e in particolare l’angelo è ricalcato su una figura consimile del Guercino, nell’Oratorio di S. Giovanni di Rimini. Il dipinto fu commissionato al pittore da Maria Baratta, madre dell’eroe garibaldino Giuseppe, sepolto ne…

Per ricordare Gaetano ed Elio Ruffo, una iniziativa culturale a Bovalino

di Gaetanina Sicari Ruffo Un evento degno di nota si è celebrato  nell'Auditorium del Liceo F. La Cava di Bovalino, il 2 ottobre scorso, alle ore 21, per iniziativa della Pro Loco, con l'intervento del Deputato di Storia patria della Calabria, Pino Macrì che è intervenuto con una sua relazione per ricordare Gaetano ed Elio Ruffo, della stessa terra e appartenenti allo stesso ceppo familiare, accomunati dal contributo che hanno dato alla loro terra: il primo per il sacrificio della vita, nel lontano 1847, quando è stato fucilato dal governo borbonico con altri quattro valorosi, per avere inneggiato alla libertà, quando ancora essa era lontana; l'altro per il suo amore all'arte, alla cinematografia, in tempi più recenti. Elio Ruffo è stato infatti un regista fantastico e generoso. Nato nel 1920, laureato in giurisprudenza a Messina, si trasferì a Roma negli anni '40 e si occupò di arte cinematografica come aiutante dei registi Simonelli e Sequi. Debuttò come regista ne…

Colombo, 520 anni fa, la scoperta delle Americhe

"... Giovedì 11 ottobre del 1492: l'Ammiraglio navigò verso ovest-sud-ovest; ebbero il mare più tempestoso che avessero mai sperimentato durante tutto il viaggio...".
Il brano è tratto da "Cristoforo Colombo e il Papa tradito" di Ruggero Marino, edizioni RTM 1997. E dello stesso volume, aggiungiamo qualche pagina, per celebrare il 520esimo anniversario del viaggio di Colombo, che in qualche maniera è legato anche alla Calabria: ad Aiello per il marinaio Angelo Manetti che con Colombo ha navigato, e per il papa Cybo, della stessa famiglia feudataria di Ajello; ad Amantea per il marinaio Anton Calabrès; e infine a Paola per i rapporti del navigatore con S. Francesco.


Per saperne di più sulla vicenda colombiana, vi consigliamo l'ultimo dei libri di Marino: "L'Uomo che superò i confini del mondo" (vedi anche QUI), ancora reperibile in libreria. Il volume, come si ricorderà, era stato presentato ad Aiello, nell'agosto 2011, alla presenza dell'…

Arte e Natura

Cos'è l'arte? Mimesi della mimesi, come dice Platone? Qui di seguito, un brano tratto da "Arti Verbali e Arti Visive" dello scrivente...
Nei dialoghi platonici (Repubblica, Leggi), Socrate dice che tutte le arti sono imitazione: ma, in verità il concetto di arte in Platone prende un brutto voto: l’arte per il Nostro è un regresso a tre gradi dal mondo delle idee, dove soggiorna il bello, il buono, il vero; e atteso che l’arte imita il mondo sensibile che a sua volta, è l’imitazione del mondo delle idee, ne consegue una mimesi della mimesi, che di fatto, è un allontanamento ulteriore dal bello, dal vero, dal buono. Se Platone boccia l’arte, parimenti non fa Aristotele, per il quale nella Poetica, le arti sono certamente mimesi del mondo sensibile, il quale mondo non è -come in Platone - mondo delle apparenze, ma delle essenze. Comunque già Aristotele, pone le differenze basilari tra le arti: esse differiscono in quanto imitano con mezzi diversi, cose diverse, e in manier…

"Sono lontani i dí che bandierine". Poesia di Pedatella in occasione della visita in Grecia della Merkel

Premio letterario "Giovane Holden" 2012. Tra i partecipanti l'amanteano Sergio Ruggiero

VINCITORI VI EDIZIONE PREMIO LETTERARIO GIOVANE HOLDEN
Si è svolta sabato 29 settembre a Lucca in Palazzo Ducale, Cortile Carrara n.1, sede della Provincia di Lucca la cerimonia finale della sesta edizione del Premio Letterario Giovane Holden, organizzato da Giovane Holden Edizioni di Viareggio e rivolto a quanti avevano nel cassetto una poesia, un racconto o un romanzo, tutti rigorosamente inediti oppure un’opera edita, romanzo o silloge.
La cerimonia di premiazione, svoltasi davanti a oltre 200 persone, è stata organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale I soliti Ignoti e con il patrocinio della Provincia di Lucca
Tra i circa 1400 partecipanti, provenienti da tutta Europa, le giurie hanno decretato i vincitori per ciascuna sezione.
La giuria per le opere inedite era presieduta dalla giornalista Anna Benedetto e composta dalla scrittrice e critica letteraria Marisa Cecchetti e da Gabriele Panigada, editor.
La giuria per le opere edite era presieduta da Marco Palagi, scritto…

Archeologia. La conquista del cielo, dalla preistoria al sogno di Icaro