Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2009

Firmato, dopo 4 anni di attesa, l'ipotesi di accordo per il nuovo contratto dei giornalisti

Fonte www.odg.it
L'intesa tra Fieg e Fnsi sull'ipotesi di accordo per il nuovo contratto dei giornalisti è arrivata dopo due giorni di trattativa non stop nella sede della Federazione degli editori.
L'incontro tra le due delegazioni, guidate per gli editori da Alberto Donati e per il sindacato dei giornalisti da Franco Siddi, si è concluso alle 3 di notte, dopo 8 ore di discussione.
La prossima settimana l'ipotesi sarà sottoposta al Consiglio nazionale Fnsi, alla commissione contratto e alla conferenza nazionale dei Cdr e dei fiduciari. Infine il testo sarà illustrato al Ministro del lavoro.

Riforma dell'Ordine dei Giornalisti. Se ne discuterà in tutti i Consigli regionali il prossimo 9 maggio

Fonte Ordine Nazionale dei Giornalisti
Il prossimo 9 maggio si terrà la Giornata dell’Informazione (contestualmente e nel medesimo giorno in tutte le regioni). Varata da quest’anno, dal Consiglio nazionale, d’intesa con i Consigli regionali dell’Ordine dei giornalisti, per discutere con le componenti politiche nazionali che fanno riferimento a ciascun territorio e le forze locali, le tematiche fondamentali ed attuali della professione giornalistica,a partire dalla riforma dell’Ordine, approvata all’unanimità, nello scorso ottobre del 2008.
Si tratta di una riforma profondamente innovativa, basata su tre punti cardine che modificano, rivoluzionandola, la legge istitutiva dell'Ordine risalente a 45 anni fa. I punti di forte innovazione riguardano l'accesso alla professione, lo snellimento del Consiglio Nazionale realizzato attraverso la sostanziale riduzione del numero dei consiglieri, l’importante modifica della composizione e delle procedure degli organi chiamati a giudicare sul…

20 marzo 1994 - 20 marzo 2009: 15 anni senza verità e giustizia. Per non dimenticare Ilaria e Miran

FONTE www.ilariaalpi.it
20 Marzo 1994 - 20 Marzo 2009. 15 anni fa a Mogadiscio, in Somalia, venivano barbaramente assassinati Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Due persone, due giornalisti italiani inviati Rai che erano in Somalia per svolgere il proprio mestiere con passione e professionalità. Per raccontare quello che stava succedendo in quel martoriato paese.
Quest'anno ricorre il 15° anniversario dalla loro morte e verità e giustizia sono lontane. Il sito Ilaria Alpi, come ogni anno, durante il periodo che precede l'anniversario invita tutti i propri lettori ad inviare pensieri, commenti e riflessioni, che verranno pubblicati nella sezione PER NON DIMENTICARE.
Chi lo desidera può lasciare commenti e riflessioni inviando una mail all'indirizzo di posta elettronica info@ilariaalpi.it oppure scrivendo dei messaggi sulla bacheca del social network Facebook (cliccare su questo link per leggere i messaggi che stanno arrivando).

Per saperne di più clicca QUI

Legami di sangue. Un film in dialetto cosentino in uscita nelle sale il prossimo marzo

Comunicato stampa Baby Films


LEGAMI DI SANGUE dal 27 marzo al Filmstudio. 

LEGAMI DI SANGUE è il film d’esordio di Paola Columba, prodotto da Fabio Segatori per la Baby Films.
Ha ricevuto il premio Flaiano Migliore Opera Prima e Migliore attrice protagonista (Cristina Cellini) e ha riscosso molto successo in vari Festival Internazionali (Philadelphia -selezione ufficiale-, Salerno, Los Angeles-Italia), ottenendo una distribuzione home video ed internet per l’America (Northern Arts).  

LA STORIA: all'interno di una famiglia contadina di oggi, sospesa tra medioevo e modernità, tre fratelli e una sorella si contendono una misera eredità. Visceralmente uniti dall’amore, arriveranno ad odiarsi. A far da contrappunto a tanta avidità, il mondo sospeso e infantile di uno dei fratelli, Andrea, down e con gravi problemi respiratori. 
Girato interamente dal vero in uno sperduto casolare dell’entroterra del Sud, il film ritrae il mondo rurale di oggi senza folklore e senza sentimentalismi “da prim…

Festa della Donna. Le Sante Martiri nei capolavori dell'Arte sacra di Calabria

L’arte e la donna, con riferimenti concreti alla difesa ed alla valorizzazione della dignità femminile nella società contemporanea. È il tema sul quale, in occasione delle celebrazioni annuali per l’8 marzo, festa della donna, si discuterà domenica in un incontro culturale organizzato dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Calabria.
Le drammatiche vicende di abuso sessuale dei nostri giorni, nonché l’accanimento col quale tali deprecabili gesti si sono verificati, e che purtroppo continuano a verificarsi, ha portato all’attenzione un aspetto della rappresentazione artistica che può meglio d’ogni altro esprimere la portata di questo dramma nel suo storico divenire. «Si tratta in particolare – spiega lo storico dell’arte Gianfrancesco Solferino - de “Il martirio della donna nei capolavori dell’arte sacra calabrese”, cioè di una rilettura della coraggiosa testimonianza resa dalle eroine cristiane nel martirio come espressione antica ma purtroppo semp…