GALASSIA GUTENBERG 1

Diario di bordo

GALASSIA GUTENBERG 2008

I pregi dei campani e gli assenti calabresi

Puntuali come le cambiali, i nostri amici di "Bottega Editoriale" redigeranno, per i quattro giorni della Fiera "Galassia Gutenberg" di Napoli, il loro abituale "Diario di bordo". Ecco la prima puntata.

Questa prima puntata del nostro "Diario di bordo" è caratterizzata da cinque notizie positive. Prima di elencarle, però, siamo assaliti da un dubbio: che l'effetto dolcificante dell'ancora non ben digerito cioccolato pasquale ci stia condizionando nella valutazioni? Mah. Lo deciderete voi stessi, cari lettori, dopo aver letto le righe che seguono.

La prima notizia è che ci attendevamo di trovare un'ondata di "monnezza". E invece no! Nulla più del solito, quantomeno.

La seconda è relativa ad un'inaspettata efficienza partenopea. Lo stand della Regione Calabria era stato installato in un settore non opportuno. Con prontezza e apparso il patron. Franco Liguori che, in men che non si dica, lo ha fatto spostare da un'altra parte: la negatività si è dunque trasformata in un baleno in positività: lo stand è adesso nel punto più centrale dell'intera fiera!

La terza è che una delle migliori collaboratrici di "Bottega editoriale", Arianna Calvanese, inizialmente bloccata dalle barriere architettoniche, si è potuta unire a noi sempre grazie ad un altro intervento dell'organizzazione.

La quarta è che abbiamo scoperto un editore nuovo che, benché attivo da tre anni, è esploso veramente nel 2007: ci riferiamo alla Csa (di Crotone) che - nell'apposita sezione delle novità scaturite nello scorso anno - svolge un ruolo da vera protagonista.La quinta - ci suggerisce un gongolante (per la buona riuscita dell'iniziativa) Gilberto Floriani - sarebbe che, alla faccia dei coreani, la mozzarella di bufala è sempre più buona. Ma questa è un'altra storia che, tra l'altro, ci induce a bandire le ciance e di passare, anche perché le nostre righe stanno terminando, ad evidenziare che le presenze a questa edizione di Galassia, grazie al noto apporto della Regione Calabria, sono state massicce e sarebbe lungo elencare i presenti. Emergono in tal senso, le (poche) assenze: Rubbettino, Falzea, Progetto 2000 e pochi altri di minor peso.

"I Bottegai"

Nessun commento:

Posta un commento