Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

Beni Culturali. Ora i Bronzi potranno alzarsi dal lettino della regione e camminare

di Gaetanina Sicari Ruffo Si è appreso da fonti accreditate che sono stati stanziati dal governo sei milioni per il completamento del restauro del Museo della Magna Grecia che dovrà ospitare i Bronzi di Riace e gli altri reperti antichi. Finalmente un'attenzione allo sviluppo deiBeni Culturali che, se ben gestiti, possono dare soddisfazione e costituire fonte di reddito! Tuttavia dopo il restauro, che speriamo avverrà presto, le statue dei Bronzi che sono quelle per cui  si prevede un flusso significativo di visitatori, ritorneranno nella sede del Museo, ma non dovrà più succedere, come per il passato, che restino insalutati ospiti, obliati ed inoperosi come infermi. Occorrerà creare, intorno al polo museale ristrutturato, tutta una serie di infrastrutture  che facilitino nuove iniziative di attrazione e che servano da richiamo:  non solo visite guidate all'interno e mostre, com'era nel costume passato, ma seminari di studio e performances, convegni a carattere nazionale ed …

Nuova veste grafica per Il Quotidiano della Calabria, "più voce e più rispetto per la Calabria"

Privilegiato sei!

(I privilegi) di Franco Pedatella Il componimento è stato scritto quando la tutela dei diritti, della salute, della dignità, della libertà, direi dell’umanità, del lavoratore è stata definita, da parte padronale e governativa, un privilegio. Viene definito privilegio il fondamentale diritto al lavoro, che poi è diritto alla vita ed alla partecipazione all’organizzazione sociale, civile, economica e politica del Paese da parte di tutti i cittadini, come viene enunciato nel primo articolo della Costituzione Repubblicana e precisato in quelli successivi. Mi è sembrato di trovarmi di fronte ad un capovolgimento dei valori, ad una specie di rovesciamento della storia e della civiltà, senza che questo abbia suscitato un sussulto di sacro sdegno in tutti coloro che sono in grado d’intendere e di volere.

"Dentro il libro dei giorni" di Francesco Graziano. Presentazione a Cosenza il 4 aprile

Il volto ritrovato. Il restauro del Crocefisso di S. Francesco a Ripa, capolavoro seicentesco di frate Angelo da Pietrafitta

Giornalismo. Centocinquant'anni di stampa calabrese. Dalle riviste ai quotidiani: esordio e declino in una terra di pochi lettori

Giornata mondiale della Poesia. Per celebrare l'appuntamento, qualche poesia di Francesco Della Valle, poeta Aiellese del Seicento

Il 21 marzo è la Giornata Mondiale della Poesia, istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale UNESCO nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo seguente.
"La data, che segna anche il primo giorno di primavera - è scritto sul sito dell'Unesco -, riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturali, della diversità linguistica e culturale, della comunicazione e della pace".
Per celebrare l'appuntamento, qui di seguito, postiamo alcuni componimenti del poeta Francesco Della Valle (Aiello Calabro, 1590 circa – Roma ?, 1627).
Qui la scheda su Wikipedia.
A fondo pagina, un articolo sul poeta.

Liti condominiali. Da oggi cambiano le regole

Riceviamo e postiamo Dal 20 marzo cambiano le regole sulle liti condominiali: i consigli del Centro studi nazionale di diritto condominiale e immobiliare Il presidente di Cescond Guerriero: «Favorevoli alla mediazione, ma non dimentichiamo l'arbitrato che è l'alternativa più economica e veloce per far pace tra vicini»

Rumori, odori molesti, uso degli spazi comuni: tra vicini i pretesti per litigare non mancano di certo, tanto che,secondo i dati 2011 di Cescond, oltre un quinto delle cause civili pendenti in Italia riguardano il condominio. Dal 20 marzo questo scenario dovrebbe cambiare. Entra infatti in vigore il decreto Milleproroghe che prevede lamediazione anche per le liti condominiali: prima di andare in Tribunale, sarà quindi obbligatorio effettuare un tentativo di conciliazione davanti a un esperto abilitato. «Le vie legali non sempre risolvono i problemi, anzi: se la gente valutasse bene tempi, costi e possibilità di successo, difficilmente deciderebbe di imbarcarsi in un…

Festa del papà 2012. Un attestato di merito "per un Super papà" e un paio di poesie

L'attestato e la poesia di Marta (terzo anno dell'asilo)...
... e la poesia di Sara (primo anno dell'asilo). Grazie, belle e papà!!

Giornata FAI di Primavera, venti di festa! Sabato 24 e domenica 25 marzo 2012 scopri le bellezze del nostro Paese

Tante le novità per festeggiare insieme i 20 anni di Giornata FAI di Primavera: 670 beni aperti in tutta Italia sabato 24 e domenica 25 marzo, un’applicazione per smartphone e tablet pc con l’elenco aggiornato dei luoghi aperti e mappe per raggiungerli, e la possibilità fino al 25 marzo di donare 2 euro al FAItramite SMS solidale. Infine, è anche possibile vincere splendidi premi partecipando al concorso fotografico “Con la Giornata FAI…scatta la Primavera!” Giornata FAI di Primavera, il più importante evento promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano, compie 20 anni! Dal 1992 ogni anno si sono celebrate le giornate dedicate all’arte e alla cultura che hanno coinvolto, nel tempo, sempre più persone fino a un totale di 6.500.000 visitatori.

Attento, Monti!

di Franco Pedatella È una riflessione franca e sincera, forse anche istintiva, dettata dalla notizia del rifiuto del segretario nazionale del PDL, Angelino Alfano, di partecipare all’incontro, già programmato e concordato, dei partiti che sostengono il governo con il Presidente Mario Monti ed alcuni suoi ministri, in cui si sarebbe parlato, tra le altre cose, anche di riforma della giustizia e di televisione. Le motivazioni della marcia indietro mi sono sembrate ridicole, non sostenibili sul piano politico, a meno che questo non faccia tutt’uno con quello personale e degli affari, ed inoltre  offensive dell’intelligenza dei cittadini. 

Otto marzo 2012

di Franco Pedatella Questo componimento è per un Otto marzo pacifico, in cui è data per acquisita la conquista dei diritti della donna, anzi di essa si fa una “Signora” che benevola ha nelle proprie mani il destino degli uomini. Solo l’eco lontana delle lotte del passato, date ormai per superate, rimane nell’animo, in una prospettiva di elevazione sentimentale e morale della vita, anche senza dimenticare i casi numerosi di discriminazione della donna, non soltanto nel mondo che noi occidentali consideriamo non democratico, ma anche nelle cosiddette democrazie occidentali, soprattutto quando la donna, per la sua ricca e naturale specificità, entra in contrasto con il maschilismo ottuso o con la logica del capitale, cioè quando nelle più diverse situazioni non è una merce docile.

Riforma pubblicisti. In arrivo un periodo ponte?

Leggi l'articolo su Festina Lente

Donne calabresi e Risorgimento. Il gesto eroico di Francesca Zupi nella battaglia del Volturno

di Gaetanina Sicari Ruffo Ieri si è concluso ufficialmente il 150° anno commemorativo dell'Unità italiana. Oggi, in occasione della festività delle donne, mi piace ricordare il gesto eroico poco noto, compiuto da una donna calabrese in occasione della lotta per il Risorgimento. È riportato da Giacomo Oddo Bonafede, nel suo libro I Mille di Marsala. Scene di rivoluzione, G.Scorza Milano 1864, personalmente consultato, nella Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, da me che cercavo significativi contributi al femminile. Oddo Giacomo di Gratteri (Palermo 1827-1906), dopo aver dismesso l'abito domenicano ed essersi convertito ai moti liberali, per non creare scandalo, scelse di scrivere con il cognome della madre, Oddo appunto e non del padre Bonafede, questa testimonianza che riporto. Francesca Zupi di Fiumefreddo Bruzio (CS), di vent'anni, nata da Alessandro ed Elisabetta Pellegrini, né nobile, né ricca, ma donna del popolo, animata da grande ardore patrio, seguì i suoi fratell…

Elezioni Inpgi 2012. I risultati definitivi di Gestione principale, Gestione separata e Collegio sindacale

Fonte Giornalisti Calabria
ROMA – Per la Gestione principale sono stati eletti nel Consiglio generale 50 giornalisti attivi (rappresentanti delle venti circoscrizioni regionali) e 10 giornalisti pensionati (su base nazionale).

Medicina. Dalla Calabria al Canada studiando la Cle

La CLE, acronimo in lingua inglese che sta per Confocal Laser Endomicroscopy, è una nuova pratica endoscopica che permette di ottenere immagini microscopiche-istologiche in tempo reale, e di effettuare biopsie per la diagnosi precocedi malattie infiammatorie e di tumori gastrointestinali. A tale tecnica, già in sperimentazione da qualche anno, prima in Germania, successivamente in Italia e Gran Bretagna, e ora anche in Canada, nell’Alberta, presso l’Università di Calgary, si dedica con buoni e apprezzabili risultati, la ricercatrice italiana Marietta Iacucci, professore associato nella Divisione di Gastroenterologia presso la Facoltà di Medicina dell’ateneo canadese. La giovane studiosa di origini calabresi - è nata a Cosenza, ha vissuto a Castrolibero, ed è molto legata ad Aiello Calabro, paese dei nonni paterni -, non nasconde la soddisfazione per i traguardi professionali che dedica alla famiglia che l’ha seguita e sostenuta.
Come ci ha spiegato, la CLE – rispetto all’endoscopio class…

Coordinamento “B. Arcuri”: le illegittimità della Sorical ‘certificate’ dalla Corte dei Conti

Fonte Difendiamo la Calabria di Alfonso Senatore Nei giorni scorsi è stata resa pubblica la relazione della Corte dei Conti, Sezione Regionale di Controllo per la Calabria (Qui), relativa alla gestione delle risorse idriche nella nostra regione ed approvata nell’adunanza pubblica del 5 dicembre 2011. La relazione analizza, puntualmente e con rigore legislativo, diversi aspetti della gestione attuale che dovranno essere approfonditi per dare vita ad una nuova gestione pubblica e partecipata del nostro Bene Comune. Un intero capitolo è dedicato alle tariffe idriche applicate dalla società So.Ri.Cal. S.p.A. ai Comuni calabresi; come noto, chi ci segue lo sa bene, da diversi anni denunciamo l’assoluta illegittimità delle tariffe applicate ai nostri Comuni informandone puntualmente i Cittadini. La questione di per sé è tutto sommato semplice. La normativa nazionale prevede che per situazioni come quella calabrese, dove non è ancora entrato in vigore il cosiddetto metodo “normalizzato”, la deter…