Festa della Donna. Le Sante Martiri nei capolavori dell'Arte sacra di Calabria

L’arte e la donna, con riferimenti concreti alla difesa ed alla valorizzazione della dignità femminile nella società contemporanea. È il tema sul quale, in occasione delle celebrazioni annuali per l’8 marzo, festa della donna, si discuterà domenica in un incontro culturale organizzato dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Calabria.
Le drammatiche vicende di abuso sessuale dei nostri giorni, nonché l’accanimento col quale tali deprecabili gesti si sono verificati, e che purtroppo continuano a verificarsi, ha portato all’attenzione un aspetto della rappresentazione artistica che può meglio d’ogni altro esprimere la portata di questo dramma nel suo storico divenire. «Si tratta in particolare – spiega lo storico dell’arte Gianfrancesco Solferino - de “Il martirio della donna nei capolavori dell’arte sacra calabrese”, cioè di una rilettura della coraggiosa testimonianza resa dalle eroine cristiane nel martirio come espressione antica ma purtroppo sempre attuale del sopruso fisico e morale subito dalle donne».
Alla kermesse - che si terrà nella Chiesa arcipretale di San Nicola di Bari in Siderno Superiore (Rc), interverranno il Sindaco della Città, Ing. Alessandro Figliomeni, che patrocina l’iniziativa, quindi il Dott. Aldo Caccamo, Delegato comunale per il Centro storico, il quale accennerà in poche battute all’importanza del borgo medievale che ospita la manifestazione. Seguirà poi l’intervento della Dott.ssa Rosa Anna Filice, Ispettrice della Soprintendenza P.S.A.E., che approfondirà il tema della manifestazione attraverso una scelta di opere pittoriche calabresi di varie epoca e pertinenza artistica. Sarà dunque la volta del Dott. Gianfrancesco Solferino, Storico dell’Arte, che proseguirà la dissertazione sul martirio delle sante attraverso una carrellata di sculture lignee tra le più rappresentative della nostra Regione. Concluderà i lavori S. E. Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, Vescovo di Locri-Gerace. Il moderatore dell’incontro sarà il Dott. Giacomo Oliva della Soprintendenza ai Beni Archeologici di Reggio Calabria.

Nessun commento:

Posta un commento