10 dicembre 2019

Documenti e memoria storica. Online l'archivio del Pci di Nicastro, digitalizzato dall'ICSAIC in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica della Calabria


RENDE - Al termine del lavoro di digitalizzazione dell'Archivio PCI di Nicastro, che va dal 1944 al 1983, l'ICSAIC mette online, a disposizione degli studiosi della storia politica della nostra regione, tutta la documentazione del Partito Comunista Italiano – Sezione di Nicastro, che consiste in 128 fascicoli, raccolti in 16 buste, e strutturato in 14 serie.
Un'operazione, questa, speriamo utile - è scritto in una nota dell'Istituto per la Storia dell'Antifascismo e dell'Italia Contemporanea che ha sede all'Unical - a chi vorrà indagare le vicende politico-amministrative della Calabria e in particolare di Nicastro e poi Lamezia Terme, resa possibile grazie a un finanziamento proveniente dalla Legge 205/2017 (Archivi movimenti politici e organismi di rappresentanza dei lavoratori)”.
Il progetto è stato seguito e monitorato dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Calabria, guidata dalla dottoressa Ada Arillotta, che ha collaudato i lavori di digitalizzazione curati da Bruno Pino, dirigente ICSAIC, ed eseguiti nel corso di quest'anno conformemente ai dettami tecno-scientifici della medesima Soprintendenza.
Il fondo messo online - circa 14 mila immagini confluite in PDF -, oltre a consentire ad un vasto pubblico di utenti la fruizione dei documenti comodamente da casa, confluirà – fa sapere ancora l'ICSAIC - nel Portale SIUSA (Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche) e negli Archivi MiBACT “Per non dimenticare”.
Nella scheda presente sul sito (www.icsaicstoria.it) riguardante l'archivio PCI ci sono tutti i dettagli relativi al fondo, la sua storia archivistica, e quella della sezione del PCI. Nella stessa scheda sono elencati i collegamenti web che rimandano ai diversi fascicoli del fondo.
È doveroso ricordare – sottolinea Giuseppe Masi, presidente onorario dell'ICSAIC – la fattiva collaborazione del compianto Vittorino Fittante, storico esponente della sinistra lametina oltre che giovanissimo iscritto alla sezione del PCI nicastrese, nel reperire l'archivio e nel favorirne la donazione al Nostro Istituto da parte dell'associazione “Città” di Lamezia Terme, avvenuta nel 2009”.

ICSAIC, digitalizzato l’Archivio del PCI di Nicastro. Da oggi consultabile online

Nessun commento:

Posta un commento