Salute e prevenzione primaria. Vaccini sì, ma anche bonifiche ambientali


Il #Governo ha approvato il decreto che rende obbligatori 12 #vaccini, perché ci tiene alla #salute dei bambini e dei propri cittadini. Per i genitori che non sottoporranno i figli alle vaccinazioni, addirittura, è prevista la perdita della #patriapotestà. La #prevenzioneprimaria, dunque, è importante per il Governo. Ci tiene assai. Si vede.
Una riflessione allora mi viene spontanea. Non è del pari importante, oltre alla #profilassi dei vaccini, anche quella della salubrità dell'#ambiente in cui viviamo? Se è così, e non può non essere così, l'eliminazione dei #fattoridirischio è prioritaria. Se da una parte il Governo obbliga i nostri figli a vaccinarsi (penso per esempio contro malattie come il morbillo che ai miei tempi abbiamo avuto tutti), sall'altra, dovrebbe essere obbligatorio - pena anche per i decisori politici la perdita della patria potestà - effettuare le #bonifiche dei territori che sono inquinati (per quanto mi riguarda, ricordo le #navideiveleni, la #ValleOliva, ecc.). Non è forse importante preservare la salute dei propri cittadini da malattie come il #cancro? Sì che lo è.
A proposito di questa malattia. Perchè non si rende obbligatorio anche il #TestIset (della prof.ssa Patrizia Paterlini-Bréchot - qui per saperne di più) che serve ad identificare con anni di anticipo nel sangue periferico eventuali “Cellule Cancerose Circolanti” e quindi scoprire un tumore anche anni prima che si possa vedere con i classici strumenti diagnostici?


Nessun commento:

Posta un commento