Premio Calabria 2011 del Circolo di cultura e di relazioni internazionali di Villa S. Giovanni


di Gaetanina Sicari Ruffo
Oggi, 21 Ottobre, nella sede dell'Hotel de la Ville di Villa S. Giovanni, alle ore 17, avrà inizio, preceduta da una tavola rotonda, la cerimonia di consegna dei premi, com'è consuetudine annuale di questo sodalizio di cui è Presidente il Prof. Giuseppe Morabito, da circa 50 anni. Saranno premiati per l'occasione eminenti studiosi, provenienti da varie città italiane, giornalisti e critici, tra cui il ben noto filologo classico, storico e saggista, oltre che editorialista del Corriere della Sera, Luciano Canfora, cui si deve l'appassionante studio “del papiro detto di Artemidoro”, dal nome del geografo di Efeso del I sec. a.C., la cui opera però è andata perduta.

Egli è riuscito a promuovere, attraverso un'attenta e minuziosa indagine del reperto, un interessante dibattito a più voci, scoprendo una frode perpetrata nell'Ottocento dal geniale falsario greco Costantino Simonidis, appassionato di pittura e di testi antichi. Questo ambiguo personaggio mistificatore ha realizzato il detto papiro di circa tre metri di lunghezza con immagini di animali fantastici e persino una mappa della Spagna prima della conquista romana e frammenti di autori greci di diverse epoche distribuite in colonne, spacciandole per l'opera perduta di Artemidoro. Il Prof. Canfora ha ricostruito così nell'ultimo suo volume, edito nel corso di quest'anno da Sellerio: Il meraviglioso viaggio del falso Artemidoro, le complicate vicende del plagio che hanno creato un vero e proprio giallo, ma pure significato la straordinaria convergenza del mondo antico, moderno e contemporaneo nella difficile sfida per la ricerca della verità.
Aggiornamento del 22.11.2011
Il Quotidiano del 22.11.2011



Nessun commento:

Posta un commento