Io firmo. Una raccolta firme per abolire il "Porcellum"

di Gaetanina Sicari Ruffo
Io Firmo. Si chiama così l'appello al nuovo Referendum per l'abolizione del Porcellum di Calderoli,  l'odiosa legge elettorale ingiusta e prevaricatrice della libertà di voto. Si tratta di quattro quesiti  che quanto prima si potranno  trovare nelle nostre piazze perché i cittadini li sottoscrivano e respingano la loro conformazione. Riguardano:
Liste bloccate  (così come sono gli elettori non possono scegliere i loro candidati, quindi sono privati della loro legittima libertà di scelta);
Premio di maggioranza (siffatto meccanismo attribuisce il 55% dei seggi alla lista che ottiene anche un solo voto più delle altre. Per raggiungere tale obiettivo si è obbligati a coalizioni sempre più ampie ed eterogenee che non assicurano stabilità di governo);
Soglia di sbarramento (attualmente è al 2%,un invito alla frammentazione,la si vuole portare almeno al 4%);
Indicazione del candidato premier (interferisce con le prerogative del Capo dello Stato che deve scegliere in assoluta autonomia).

Fa piacere leggere di una nuova campagna referendaria che, sull'onda della precedente, intende sanare la situazione anomala italiana e introdurre una nuova legge elettorale.
Questa proposta di referendum porta la firma di valenti intellettuali e scienziati tra cui Margherita Hack, Luciano Canfora, Giovanni Sartori, Dacia Maraini, Renzo Piano, Franco Cardini, Inge Feltrinelli,Umberto Eco, Tullio De Mauro, Gae Aulenti e tanti altri, che sollecitano  l' appropriazione da parte dei cittadini dei diritti elettorali di cui sono stati privati.
L'obiettivo è di raccogliere 500.000 firme per il prossimo 30 settembre 2011.
Dobbiamo sollecitare la raccolta, perché i tempi sono brevi.
Riappropriamoci del nostro futuro!

Nessun commento:

Posta un commento