Eletto il Cdr del Quotidiano della Calabria. Eletti Albanese, Morcavallo, Russo, Papaleo e Andropoli - Gli auguri del sindacato dei giornalisti

CASTROLIBERO (Cosenza) – Eletto il nuovo Comitato di Redazione del “Quotidiano della Calabria”, che rimarrà in carica fino al 1° giugno 2013. Vi fanno parte: Michele Albanese, Antonio Morcavallo, Alessandro Russo, Stefania Papaleo e Renzo Andropoli.
Ad eleggerlo è stata, oggi, l’assemblea dei giornalisti, riunitasi alle ore 9.30 nella sala “Sandro Tito” della redazione centrale di Castrolibero, che ha concluso le operazioni di voto alle ore 18. Dei 54 giornalisti aventi diritto al voto hanno votano in 48.
Per i professionisti hanno votato 31 giornalisti su 34 con il seguente risultato: Michele Albanese 16 voti, Antonio Morcavallo 14, Alessandro Russo 14, Rosita Gangi 6, Luciana De Luca 5, Andrea Gualtieri 1, Caterina Tripodi 1, schede bianche 1.
Per i professionisti delle redazioni decentrate hanno, invece, votato 13 giornalisti su 16 aventi diritto al voto, accordando 9 preferenze a Stefania Papaleo ed 1 a Luciana De Luca. Tre le schede bianche. Infine, per i pubblicisti, hanno partecipato al voto 17 giornalisti su 20. A Renzo Andropoli sono andate 14 preferenze, a Pasqualino Rettura 1. Sono state conteggiate, inoltre, 1 scheda bianca e 1 nulla.
Il comitato uscente era composto dai colleghi Alessandro Russo e Gianluca Prestia in rappresentanza dei professionisti, da Teresa Aloi in rappresentanza dei professionisti delle redazioni decentrate e da Gianfranco De Franco in rappresentanza dei pubblicisti articoli 36, dei corrispondenti e dei collaboratori. Hanno, inoltre, fatto parte del comitato uscente: Giuseppe Baldessarro (professionisti), che ha rassegnato le dimissioni nel mese di marzo del 2010, ed il subentrante Andrea Gualtieri, a sua volta dimessosi nell’aprile scorso.
Il segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, anche a nome della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, nel complimentarsi con i colleghi eletti nel Comitato di redazione, augura buon lavoro alla nuova rappresentanza sindacale ricordando che, a livello aziendale, rappresenta un fondamentale strumento di tutela e difesa dei diritti fondamentali dei giornalisti, a partire da quelli relativi al controllo sull’applicazione del contratto e l’organizzazione del lavoro e alla conciliazione delle controversie individuali o collettive.  Non a caso – ricorda Carlo Parisi – il contratto nazionale di lavoro giornalistico – vincola le aziende ai pareri obbligatori del Comitato di redazione su argomenti di fondamentale importanza relativi al rispetto della dignità umana e professionale del giornalista.

Nessun commento:

Posta un commento