Primi nella classifica della rete. In pochi mesi Giornalisti Calabria “supera” i siti di tutte le altre Ars

REGGIO CALABRIA – Primi in classifica, svettando su tutte le altre Associazioni Regionali di Stampa e su quasi tutti i siti ufficiali degli istituti di categoria dei giornalisti. E’ questo il risultato raggiunto, in pochi mesi, dal quotidiano on line del Sindacato dei Giornalisti della Calabria.
Da venerdì 11 giugno, che ha segnato il debutto della testata on line, ad oggi, 30 novembre 2010, infatti,Giornalisti Calabria ha saputo guadagnarsi, giorno dopo giorno, notizia su notizia, un’eccellente posizione nella classifica che, sulla rete, monitora i contatti registrati dai singoli siti internet. La classifica vede al comando il sito dell’Inpgi, seguito da quelli dell’Ordine nazionale dei giornalisti, degli Ordini regionali della Lombardia e del Lazio, della Fnsi e della Casagit. Alle loro spalle Giornalisti Calabria, che precede tutti i siti delle Associazioni Regionali di Stampa e quelli degli Ordini regionali dei giornalisti, l’Ucsi, l’Ussi, il Fondo pensione giornalisti e le associazioni di stampa italiana di Germania, Francia e Gran Bretagna federate nella Fnsi.
Una classifica in continuo movimento, certo, ma anche facilmente rintracciabile e di rapida consultazione, che persino i meno esperti, tra gli internauti, già conosceranno e avranno più volte visualizzato.
“Un risultato importante – commenta Carlo Parisi, segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria e direttore responsabile di Giornalisti Calabria – che ci sprona ad andare avanti, dandoci una conferma da cui non possiamo più prescindere: i giornalisti, prima di informare gli altri, i lettori, i cittadini, hanno bisogno di essere informati, di tenersi aggiornati su ciò che accade all’interno del mondo dell’informazione, sempre più articolato, oltre che frenetico, con l’avvento di internet”.
Un quotidiano di informazione per l’informazione: questa la natura di Giornalisti Calabria “che – sottolinea Parisi – in così poco tempo è riuscito a stagliarsi nel panorama dell’informazione in rete nazionale ed internazionale, visti i numerosi contatti quotidiani da Germania, Francia, Inghilterra, Stati Uniti, Russia e persino Arabia e Giappone, grazie ai traduttori istantanei a disposizione su internet, raggiungendo un traguardo inatteso, in un lasso temporale, ripeto, così ridotto”. Avanti tutta.

Nessun commento:

Posta un commento