Correva il 1966...

Correvano e corrono gli anni. Anzi galoppano. E correva pure quel 1966… Con un salto ben calibrato, alle 17.30 circa, minuto più minuto meno, venni al mondo. Era un mercoledì di Primavera. Di dopo Pasqua. Il 13 aprile per l’esattezza. Non ricordo molto dei miei primi giorni di permanenza su questa terra. A dir la verità, non ricordo nulla nemmeno dei primi anni di vita. A dar credito a mia madre, pesavo intorno a 3 kg e mezzo. Ora ho abbondantemente superato gli 85 …
Scorrendo le cronache dell’epoca, il 1966 è l’anno del clou della guerra in Vietnam, dell’alluvione di Firenze. Al governo c’è Moro, e Saragat al Quirinale. In Vaticano Paolo VI, Lindon Jonhson è il presidente Usa, e Breznev dell'Urss. Alla guida della Fiat va Gianni Agnelli. È l’anno in cui viene introdotta l’ora legale, l’anno dei Mondiali di calcio vinti dall’Inghilterra, dei film Uccellacci e uccellini, di Un Uomo e una donna, di Star Trek, del primo Carosello di Gringo. Allo Zecchino d’oro, c’erano i 44 gatti. The Voice Sinatra cantava Strangers in the night, e Morandi La Fisarmonica.Il 1966 è pure l’anno in cui nascevano, tra gli altri, Jovanotti, Cindy Crowford, Tomba, Tyson, Ela Weber. Mentre Walt Disney, Gilberto Govi, Buster Keaton, Elio Vittorini si congedavano.
Che dire? A 44 anni si può dire di essere giovani, nonostante la canizie. Anzi giovanissimi. A parte un po’ di mal di schiena, qualche doloretto qua e là, una varice alla gamba destra … ma per il resto – sinora - tutto bene direi … ah dimenticavo, a volte, un po’ di cistite.Sono già 5 anni che non fumo più. Il mio desiderio, però, è ritornare a fare sport come una volta, quando macinavo km con la bici da corsa. Di km ne macino ancora, ma in casa (si fa per dire) … appresso alle mie due splendide figlie, Marta e Sara. Tra pappe e cacche. Non ho molte pretese e mi ritengo un fortunato. Certo, ho tanti sogni nel cassetto da realizzare. Tra questi, come ripeto sempre a mia moglie Laura, c’è qualche pubblicazione. Ma non corriamo troppo … Per intanto, faccio il mammo per un po’ di tempo ancora e il casalingo; leggo, navigo, e scrivo ogni tanto per la stampa come co.co.co; e per i miei blog. E questo è quanto. Per il momento.
A tutti gli amici, reali e virtuali, a tutti coloro i quali mi hanno inviato messaggi di auguri su Fb, sms, telefonate – o che lo faranno in seguito - dico grazie davvero... At nome mio personale, at nome dei miei 44 amici compagni di strada e di quelli che verranno …

Nessun commento:

Posta un commento