Accordo sui contributi: l’Inpgi incassa l’ok dell’Enpals. Dopo l’Inps, siglata la convenzione per regolarizzare i giornalisti del mondo dello spettacolo

Dall'INPGI Calabria riceviamo e diffondiamo


REGGIO CALABRIA – Prosegue a marcia ingranata l’impegno dell’Inpgi sulla strada degli accordi per la regolarizzazione contributiva: dopo quella con l’Inps, l’Istituto di Previdenza dei Giornalisti Italiani ha, infatti, appena siglato una convenzione con l’Enpals, l’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo.
“Si tratta di un accordo importante, atteso a lungo – fa notare Carlo Parisi, fiduciario Inpgi della Calabria e presidente della Commissione nazionale Provveditorato – che va ad inserirsi tra le tante altre iniziative avviate dall’Inpgi, sotto la guida del presidente Andrea Camporese, per garantire una collaborazione istituzionale sempre più efficace e funzionale, a vantaggio degli iscritti e delle aziende interessate. Per il sistema editoriale, in particolare quello radio-televisivo, quest’accordo permette, anche in caso di accertamenti ispettivi, di vedersi attribuire solo le sanzioni e gli interessi, eliminando l’attesa della restituzione dei contributi indebitamente versati”.
In base alla convenzione, infatti, Inpgi ed Enpals hanno sancito il via libera al trasferimento diretto dei contributi versati erroneamente ad uno dei due Istituti.
“Iniziative come questa – aggiunge Parisi – assumono ancor più valore, se pensiamo al difficile momento, figlio della crisi economica che ha investito tutti i settori, compreso quello dell’editoria: va da sé che l’introduzione di norme volte a regolarizzare e stabilizzare il mare magnum dei giornalisti precari, anche in presenza di contenziosi in corso con le aziende, riveste un’importanza fondamentale, ponendosi in molti casi come l’unica soluzione possibile per chi da anni lavora senza la minima tutela”.

Nessun commento:

Posta un commento