IL FUTURISMO AL MUSEO DEL PRESENTE DI RENDE. ZANG SUD SUD. IN MOSTRA CINQUANTA ARTISTI FRA CUI BOCCIONI, BALLA, SEVERINI E CARRÀ

Fonte Facebook

La Calabria celebra il Centenario del Futurismo (1909-2009). “ZANG SUD SUD. Boccioni, Balla, Severini e il Futurismo meridionale”, a cura di Tonino Sicoli e Alessandro Masi, che sarà inaugurata venerdì 4 dicembre presso il Museo del Presente di Rende alle ore 17. Dopo il saluto del presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, del Presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio, del consigliere regionale Sandro Principe, del sindaco di Rende Umberto Bernaudo, del Sindaco di Rogliano Giuseppe Gallo, del direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro Rocco Pangaro, dal presidente del Centro Capizzano Franco Sammarco e del presidente della Dante Alighieri Ambasciatore Bruno Bottai, i curatori dell’evento parleranno del Primo e del Secondo Futurismo, in rapporto anche alla diffusione del Movimento nell’Italia Meridionale.
La mostra è un POR Calabria 2007-2013 ed è realizzata dal Centro “A. Capizzano” con un vasto partenariato. Si tratta dell’unico evento a carattere storico organizzato in Calabria per le celebrazioni del centenario futurista.Esso consentirà anche un’approfondita conoscenza di artisti calabresi che occupano un posto di rilievo nella storia dell’arte italiana e la cui opera potrà essere messa a confronto con quella di autori del contesto. Molte sono le opere degli anni Dieci e Venti, anni cruciali di battaglie e proposte, realizzate da artisti audaci e innovatori. I quadri sono un centinaio e provengono da alcune collezioni private italiane fra le più interessanti per varietà e complessità.


Fra le figure artistiche principali, anche i calabresi Umberto Boccioni, Antonio Marasco, Enzo Benedetto, con i grandi autori come Giacomo Balla, Gino Severini, Carlo Carrà, Enrico Prampolini. E inoltre Luigi Russolo, Ardengo Soffici, Mario Sironi, Gerardo Dottori, Fortunato Depero, Francesco Cangiullo, Arturo Ciacelli, Tullio Crali, Benedetta Marinetti, Emilio Notte, Mino Delle Site, Julius Evola, Ginna, Virgilio Marchi, Bruno Munari, Ivo Pannaggi, Ugo Pozzo, Pippo Rizzo, Joseph Stella, Tato, Alberto Bragaglia, Angelo Savelli, Armiro Yaria, Giulio D’Anna, Angelo Rognoni, Aligi Sassu, Ricas, Luigi Rapuzzi, Guglielmo Peirce, Mario Pompei, Novo, Angelo Maino, Mario Lepore, Achille Lega, Carlo Erba, Augusto Favalli, Mario Guido Dal Monte, Attilio Crepas, Vasco Battistoni, Aterol.
Il catalogo edito da Edimond pubblica testi di Alessandro Masi, Tonino Sicoli, Matteo D’Ambrosio, Alessio Vlad, Giuliano Arnaldi e Valentina Spata con interviste a Lucio Villari, Marcello Veneziani e Giorgio Muratore, sul rapporto fra futurismo e questione meridionale. Il libro pubblica anche gli studi e gli esami diagnostici compiuti su un’opera di Antonio Marasco, appartenuta alla collezione Marinetti, che ritorna ad essere esposta al pubblico dopo cinquant’anni.

Nessun commento:

Posta un commento