Giornalisti, concorso pubblico bandito in punta di piedi. Entro il 24 dicembre la presentazione delle domande per 1 posto all’Azienda Ospedaliera di Reggio Calabria



Visiona i file relativi al concorso

Dal Sindacato FNSI Calabria, riceviamo e diffondiamo
Strana regione, la Calabria. Per la prima volta viene bandito un concorso pubblico per l'assunzione di un giornalista, "con rapporto di lavoro a tempo pieno, esclusivo ed indeterminato", e nessuno si preoccupa di pubblicizzare la notizia attraverso gli organi d'informazione. L'avviso è stato, infatti, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria n. 44 del 30 ottobre scorso, la cui consultazione è spesso un'impresa anche per i più esperti, e sulla Gazzetta Ufficiale n. 91 del 24 novembre 2009. Il concorso, per il posto di posizione economica D1, profilo di collaboratore tecnico - professionale, è stato bandito dalla Regione Calabria - Azienda Ospedaliera "Bianchi - Melacrino – Morelli" di Reggio Calabria per lo "Staff Direzionale" della stessa. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata nel trentesimo giorno dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ovvero il 24 dicembre prossimo. In allegato il testo completo pubblicato sul Burc. Fermo restando che modalità e requisiti richiesti sono al vaglio degli uffici sindacale e legale del Sindacato dei Giornalisti della Calabria (tante le clausole prefissate che destano perplessità), i giornalisti in possesso dei requisiti sono invitati a presentare la domanda di partecipazione. Un concorso così importante non può essere privilegio per i soliti bene informati. Su tutta la materia relativa agli Uffici Stampa in Calabria, comunque, il Sindacato dei Giornalisti della Calabria divulgherà presto una sintesi sull'attività svolta per affermare trasparenza e legalità in un settore che, potenzialmente, potrebbe garantire circa 500 posti di lavoro entro i confini della regione.


Carlo Parisi
Segretario Sindacato dei Giornalisti della Calabria
Componente Giunta Esecutiva Federazione Nazionale della Stampa

Nessun commento:

Posta un commento