Fortunato Seminara e Antonio Piromalli: Amicizia letteraria e impegno civile. Presentazione del libro di A. D'Elia, a Cosenza, il prossimo 25 febbraio

FORTUNATO SEMINARA E ANTONIO PIROMALLI: AMICIZIA LETTERARIA E IMPEGNO CIVILE
(con lettere inedite, 1939-1981)
D'ELIA Antonio*
Letterature
Data di pubblicazione : 2010
Prefazione a cura di Erik Pesenti Rossi
Collana : Testi e Opere - Fortunato Seminara

(Dal sito di Pellegrini editore) È nello stile del dialogo, non sempre pacato, frequentato anche, ma non esclusivamente, attraverso le epistole, l'assiduo rapporto tra due importanti intellettuali del Novecento: Fortunato Seminara e Antonio Piromalli che il presente studio esamina sotto quello che potremmo definire il profilo "professionale" e "amicale", che in loro diventa un unico accento. L' "allegoresi terragna", filo conduttore dell'esame, indaga la storia, il vissuto, le scelte, gli esiti, i bisogni di un intero mondo (soprattutto quello della Calabria, ed in parte dell'Italia), abbandonato e retrivo, apparentemente pago di una tradizione, che svela, invece, le lacerazioni apportate dalla barbarie qualunquista, che fa del passato, ancora nel Novecento postbellico, e, poi, in quello della ripresa economica e oltre, il motivo suadente per far de-crescere il disorientato soggetto.
Lo studio rintraccia i momenti salienti di un rapporto che si intesse nella terra di Calabria, ma che va ben oltre i confini di quest'ultima (domi e foris): tiene di conto, e non avrebbe potuto fare diversamente, le rispettive tappe "professionali" ed umane relazionate sempre all'incontro dialettico tra i due Calabresi. Esamina, quindi, i rapporti tra Seminara e la sua opera (propriamente l'azione narrativa-narratologica operata dallo scrittore), e quelli tra Piromalli e la produzione filologico-critica di quest'ultimo, ma anche poetica, all'interno di un'ampia analisi che apre finestre su importanti correnti artistico-letterarie del Novecento. Analizza contemporaneamente l'interscambio critico operato da entrambi sulle opere del conterraneo e sui metodi dell'altro, pervenendo così alla costruzione di una mappa artistica indispensabile per tentare di chiarire i passaggi amicali e letterari, dunque umani, che hanno garantito un continuativo dialogo all'insegna dell'azione militante e dell'ipegno sociale.

*Antonio D'ELIA


Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze letterarie retorica e tecniche dell'interpretazione presso l'Università della Calabria. I suoi interessi scientifici si rivolgono all'analisi di autori quali Dante e la cultura medievale, Ariosto, Michelangelo, Tasso, il genere epistolare, la poesia religiosa, le teorie letterarie, la letteratura calabrese. Svolge studi sulla poesia dell'Ottocento e del Novecento, su Foscolo, Leopardi, Manzoni, Rebora, Ungaretti e Turoldo, unitamente all'attenzione per l'ermeneutica filosofica. Campi di indagine che ha esplorato anche durante i corsi di Teorie e didattica della letteratura tenuti nell'UNICAL. Nella sua città, Cosenza, ha fondato la prima Lectura Dantis Consentina. Collabora con le riviste: "Letteratura & Società", di cui è capo redattore, "Crocevia", rivista di letteratura comparata, di cui è direttore responsabile, "Dante", rivista internazionale di studi danteschi, "Rivista internazionale di studi italiani". È condirettore della collana "Modelli di Narrativa di consumo". Ha pubblicato:Fortunato Seminara e Antonio Piromalli:amicizia letteraria e impegno civile (con lettere indedite, 1939-1981) (Cosenza, Pellegrini, 2011).Ha curato: Poesie di Francesca Serra Le Pera (Cosenza, Pellegrini 2004), Rime di Messer Francesco Della Valle (introduzione e nota - Soveria Mannelli, Rubbettino 2004), Caterina Marasca di Giovanna Gulli (prefazione, Ilisso-Rubbettino 2006), assieme ad altri autori ha curato il volume collettaneo La tentazione del fantastico. Racconti italiani da Gualdo a Svevo (Cosenza, Pellegrini 2007), Schede bio-bibliografiche in Antonio Nicaso, Senza Onore-Antologia di testi letterari sulla 'ndrangheta (Cosenza, Pellegrini 2007), Scritti critici su Fortunato Seminara - dalle Baracche a Terra amara (1940-2005) - di Antonio Piromalli (Roma, Fondo Antonio Piromalli onlus 2010).

1 commento:

  1. Presentazione del volume:
    "Fortunato Seminara e Antonio Piromalli: amicizia letteraria e impegno civile"
    di Antonio D'Elia
    Terrazzo Pellegrini, via Camposano 41- Cosenza,
    Sabato 25 febbraio 2012 alle ore 18,30.
    Interverranno:
    Caterina Adriana Cordiano - Presidente fondazione "Fortunato Seminara"
    Michele Borrelli - Docente UNICAL
    Monica Lanzillotta - Docente UNICAL
    Condurrà:
    Antonietta Cozza Ufficio Stampa LPE
    Sarà presente l'Autore

    RispondiElimina