La Santa Teresa d'Avila di Aloisio

Prendiamo spunto dalla ricorrenza religiosa di oggi, per postare l'immagine di una opera del pittore ottocentesco Raffaele Aloisio, e una breve descrizione a cura dello studioso Raffaele Borretti.

ESTASI DI S. TERESA D’AVILA" - Olio su tela, misura cm. 250 x 150. Si trova nella Chiesa della SS. Trinità di Castrovillari.
Di Raffaele Borretti
Probabilmente l’ultima opera di Aloisio, è certamente fra le più belle e meglio riuscite: non solo le due grandi figure sono tratteggiate stupendamente, ma tutto l’impianto ed i particolari del tavolo marmoreo e di tutta la scena denotano una mano ormai esperta.
L’angelo, in volo, sta per scoccare il dardo dorato che colpirà il cuore della santa, in ginocchio:  anche per quest’opera l’autore si rifà ad esperienze del passato, e in particolare l’angelo è ricalcato su una figura consimile del Guercino, nell’Oratorio di S. Giovanni di Rimini.
Il dipinto fu commissionato al pittore da Maria Baratta, madre dell’eroe garibaldino Giuseppe, sepolto nella stessa Chiesa:  la datazione non è certa, poichè sebbene sia stata interpretata come 1889, non può essere confermata tale, in quanto al 1888 l’Aloisio risultava deceduto, come da atti dello stato civile di Aiello (a meno che il dipinto non sia stato terminato da un suo allievo).

Per saperne di più su Aloisio consulta anche il post seguente:
http://brunopino.blogspot.it/2012/08/arte-raffaele-aloisio-inventor-et.html

Nessun commento:

Posta un commento