Beni Culturali. Ora i Bronzi potranno alzarsi dal lettino della regione e camminare


di Gaetanina Sicari Ruffo
Si è appreso da fonti accreditate che sono stati stanziati dal governo sei milioni per il completamento del restauro del Museo della Magna Grecia che dovrà ospitare i Bronzi di Riace e gli altri reperti antichi. Finalmente un'attenzione allo sviluppo dei  Beni Culturali che, se ben gestiti, possono dare soddisfazione e costituire fonte di reddito!
Tuttavia dopo il restauro, che speriamo avverrà presto, le statue dei Bronzi che sono quelle per cui  si prevede un flusso significativo di visitatori, ritorneranno nella sede del Museo, ma non dovrà più succedere, come per il passato, che restino insalutati ospiti, obliati ed inoperosi come infermi. Occorrerà creare, intorno al polo museale ristrutturato, tutta una serie di infrastrutture  che facilitino nuove iniziative di attrazione e che servano da richiamo:  non solo visite guidate all'interno e mostre, com'era nel costume passato, ma seminari di studio e performances, convegni a carattere nazionale ed internazionale, promozione di viaggi conoscitivi, lezioni magistrali, trasmissioni televisive  a carattere illustrativo e pedagogico. I due guerrieri sono testimoni d'una civiltà che deve perpetuarsi e rivivere come punto focale  di trasmissione della tradizione ed imput alla coesione sociale.  Si deve sentire il loro cuore pulsare attraverso tutta una rete di comunicazioni e di incontri che concretizzino una ripresa forte di rinnovamento e di creatività. È l'occasione giusta per dare un nuovo volto alla regione e farla decollare verso orizzonti più liberi ed aperti. Ci attendiamo  un segnale di rinascita e d'integrazione della popolazione tutta.

Nessun commento:

Posta un commento