Emergenza nord-africani. Un pensiero di Gae Sicari Ruffo

Gaetanina Sicari Ruffo
Siamo molto preoccupati per l'ondata di immigrati, non solo perché manca lo spazio per l'accoglienza, ma pure per le drammatiche condizioni in cui si son venuti a trovare. Non si tratta solo di poche centinaia di persone da sistemare, ma di migliaia! È un evento epocale! Bisognerebbe reperire spazi vuoti per rifondare una loro etnìa, come successe a partire dal sec.XV, a nord della provincia di Cosenza, con le comunità Arbereshe o in America con la Little Italy.
In Calabria, terra dal cuore generoso, c'è tutto l'Aspromonte che potrebbe offrirsi come loro base abitativa, se vogliono impiantarvisi e rifondarlo su basi nuove.

Nessun commento:

Posta un commento