Cake designers di Calabria per battere il guinness della torta più grande del globo


Continua l'avventura dell'Associazione Nazionale Cake Designers Italia che tra qualche mese proverà a realizzare la torta decorata più grande del mondo e battere il primato attualmente detenuto da un dolce di 120 metri quadrati realizzato in Inghilterra. Per ora, quella tenutasi negli ultimi giorni di marzo al MiCo di Milano, nell'ambito del Cake design festival, uno degli eventi di lancio di Expo 2015, è stata solo un'anteprima, una prova generale in preparazione della gara vera e propria di metà ottobre.
In una maratona di due giorni, 175 cake designers coinvolti nell'iniziativa, provenienti da tutta Italia e suddivisi in team regionali, hanno proposto i loro progetti in scala mignon, poi selezionati da una giuria, e quindi assemblati in una unica miniatura di 7 metri, a base di pan di spagna, dell'intero Stivale. Solo la diciassettesima parte del mega dolce – più o meno intorno ad una tonnellata, almeno 12 mila le porzioni - che invece sarà realizzato ad ottobre. «Non vogliamo solo battere il record - ha detto Surelis Vazquez, presidente dell'associazione nazionale Cake Designers Italia - ma desideriamo anche che la torta sia ricordata per la sua bellezza, a conferma del significato vero del Made in Italy».
Per la nostra regione, due le squadre partecipanti - coordinate dalla delegata regionale dell'Ancditalia Calabria, Daniela Amendola - che hanno tenuto alto il nome della Calabria.
Alla fine della kermesse, il pezzo calabrese della torta scelto dalla giuria esterna è risultato quello creato dalle “Magna Cake's” Floriana Crucitti, Alessia Saporito, Concetta Cusano, Anna Alecce e Giuliana Oliveri. Ma altrettanto brave le “Cake's Demmm” Emanuela Rossi, Matilde Fondacaro, Mariangela Zaccaro, Filomena Tucci e Bernardina Pierdonati.
«Le due versioni artistiche delle torte proposte dalle nostre ragazze – ci spiega Daniela Amendola – riproducevano la Calabria fatta di particolari in ghiaccia, pasta di zucchero con i colori tipici della regione. Non potevano mancare i famosi Bronzi di Riace, prodotti agroalimentari come la cipolla rossa di Tropea, il peperoncino ed il bergamotto. Non abbiamo tralasciato nemmeno – aggiunge con humor la coordinatrice regionale di Ancdi Calabria - altri particolari come l'autostrada Salerno Reggio ed i suoi eterni cartelli di lavori in corso».

Nessun commento:

Posta un commento