Sull'attentato di Parigi

Nei giorni scorsi un drammatico attacco è avvenuto a Parigi nella redazione di Charlie Hebdo. Siamo stati, tutti noi occidentali, in ansia e mesti per la morte dei giornalisti e delle altre persone prese in ostaggio dai jiadisti musulmani. Abbiamo alla fine trovato la determinazione di affermare i valori dell'illuminismo francese che ci ha educati e convinti della bontà della libertà di parola, pensiero ed azione e della nostra scelta d'una giustizia sociale che sia eguale per tutti: donne, uomini, bambini.
Molti errori sono stati compiuti in passato più per debolezza che per calcolo, ma non possiamo accettare che si trapianti qui da noi la sudditanza della politica alla religione, la schiavitù o la cancellazione delle donne, l'educazione dei piccoli alla violenza, la copertura di misfatti che i video hanno da tempo evidenziato, compiuti dai tagliatori di teste. Respingiamo tutto ciò e rinnoviamo i nostri valori di uguaglianza, libertà e giustizia in nome della pace e del diritto alla diversità dei popoli.

Nessun commento:

Posta un commento