La prima seduta del “Parco Principessa di Scilla” con gli amministratori della cittadina tirrenica

Il 18 marzo, si è tenuto l'incontro con gli Amministratori di Scilla, per concorda iniziative che riguardano lo sviluppo del Parco Principessa di Scilla, già costituito durante l'estate e che quanto prima sarà inaugurato  ufficialmente.
Il presidente, Prof. Giuseppe Caridi ha introdotto i lavori e chiamato a presentare proposte i vari esponenti del Comitato scientifico. Numerose e ben promettenti sono state le relazioni in merito agli approfondimenti culturali che ora si dovranno tradurre concretamente a beneficio del turismo di Scilla. Innanzi tutto far conoscere l'identità della persona cui il Parco è dedicato, attraverso pubbliche conferenze e mappe dei luoghi dalla stessa frequentati. Si sa che Giovanna III dei Ruffo fece costruire nel rione Gornelle un ospedale per i poveri e gli infermi nel luogo detto di S. Nicola della Chiesa omonima, un conservatorio per giovinette, il convento degli Osservanti nella piazza S. Rocco. Fondò inoltre il convento e la chiesa dei Cappuccini dedicata alla Presentazione della Vergine, all'estremità del Rione S. Giorgio, adiacente ai giardini della Principessa stessa. Presso la Chiesa dell'Annunziata a Chianalea riconfermò inoltre  il convento dei Crociferi, già istituito dalla madre Maria, cui affidò il vicino ospedale.
Al tempo in cui lei fu in vita, fu realizzato nella cittadina il commercio della neve con i dirimpettai messinesi. 
A questa prima fase altre ne seguiranno tendenti ad illustrare forme e momenti della vita civile e religiosa di Scilla.

Nessun commento:

Posta un commento