Presentato il Docufilm sulla Chanson d'Aspremont alla Provincia reggina

di Gaetanina Sicari Ruffo
Ieri, 27 settembre, nel salone della Provincia di Reggio Calabria, alle ore 17,30, è stato presentato il docufilm di Matteo e Giovanni Scarfò sulla Chanson d'Aspremont, tratto dal saggio omonimo di Carmelina Sicari, edito dall'editrice Città del Sole di Reggio Calabria, nel corrente anno.
Illustra i luoghi calabresi del poemetto medievale di gesta che vanno dalla Chiesa di San Giorgio al Corso che conserva, nella cripta, tracce di sepolture di cavalieri normanni, fino a Pietra Cappa e ad altri interessanti itinerari aspromontani che hanno naturalmente oggi un nome diverso, ma di cui si riconoscono i legami che li avvicinano alla storia leggendaria di Orlandino venuto in Aspromonte per fare le sue prime prove di valore.
I rilievi, le tormentate forre aspromontane, compresa la fauna e la flora del luogo  fanno da sfondo ad una storia di amore e di contrasto agli Infedeli. La Canzone sarà attentamente studiata e diffusa nelle scuole, accanto ad altri classici poemi epici per arricchire la conoscenza anche delle proprie forme di linguaggio e di creatività.
Si ricorda che la storia è narrata in forma poetica e precisamente in ottave e precede i poemi cavallereschi dell'Ariosto e del Tasso che ne trassero ispirazione.
Molto probabilmente ci sarà, nel prosieguo, un seminario con eminenti studiosi che si confronteranno sulle varie tesi delle origini della letteratura franco-italiana di cui la Canzone è un esemplare.
Come ha tenuto a ribadire il nuovo Presidente del Parco d'Aspromonte, dott. Giuseppe Bombino, presente all'evento, si prevede d' approfondire questa tematica non solo dal punto di vista letterario e linguistico, ma anche per assecondare la vocazione socio-turistica della regione, se è vero che la conoscenza delle comuni radici europee non può che sviluppare un ampio dialogo, al di fuori dei confini provinciali e migliorare i rapporti intersociali ed avviare ad una  convivenza pacifica e una migliore  esplorazione geografica.

Nessun commento:

Posta un commento