Il Decameron in 100 tweet

Boccaccio (Courtesy Wikipedia)
A 700 anni dalla nascita di Giovanni Boccaccio la Società Dante Alighieri, tramite la redazione di madrelingua, propone ai lettori una “riscrittura” del Decameron in 100 twoosh (tweet perfetti di 140 caratteri esatti). Dal 1° agosto 2013.
La “Dante Alighieri” festeggia il 700° compleanno di Giovanni Boccaccio assecondando un certo spirito “giocoso” del suo capolavoro più noto: Il Decameron, best seller della sua epoca, circolò subito dopo la composizione in molti paesi, mentre contribuiva a fondare la lingua italiana attraverso la nota struttura di 100 novelle raccontate da 10 giovani in 10 giornate.
Perché non provare a sintetizzare il testo in 14.000 caratteri? Ci abbiamo voluto provare. Poiché le sfide ci piacciono, abbiamo scelto di farlo due volte: una in tono “narrativo” e una in metrica. Ecco la sfida che la “Dante” pone al mondo di Twitter. Nello spazio @la_dante ogni giorno e per 100 giorni saranno pubblicati due twoosh che intendono stimolare i frequentatori web della Dante a rileggere un’opera così importante per la nostra lingua.
Dal 1° agosto abbiamo già ricevuto parecchi contributi: la rete ci risponde. Segnaliamo alcuni twoosh scritti dalla redazione:
#14000DB 1.4 Che disponibile è la fanciulla: dopo il frate, l'abate trastulla. Triplice patto? Sarà efficace, ma quella cella è una fornace.
#14000DB 1.5 Il monarca riceve un rifiuto quando lusinga, ma non è voluto. Solo pietanze munite di becco: lui intuisce che resterà a secco.
#14000DB 1.6 Inquisitore ipocrita e gretto, abbi pudore, ascolta il mio detto: dopo la cena riposi satollo? Tu nell’inferno finirai a mollo.
A libera scelta, si può contribuire con tweet, twoosh, twoosh formattati, commenti su facebook.com/PalazzoFirenze e su facebook.com/sdaMadrelingua L’hashtag del progetto è #14000DB, le informazioni complete sono visibili nel sito della Dante www.ladante.it (secondo banner a scorrimento nel riquadro superiore: link ladante.it/?q=page%2Fil-decameron-100-tweet)


Alla fine del progetto, nel mese di novembre, durante un evento speciale su Boccaccio le versioni più efficaci, divertenti o insolite saranno premiate con un dizionario Devoto-Oli e con la tessera della Società Dante Alighieri per il 2014.

Nessun commento:

Posta un commento