Appello per Sibari


Riceviamo e diffondiamo qui di seguito, un appello per Sibari.
Sibari è scomparsa sotto milioni di metri cubi di acqua e di fango a causa di un cedimento, le cui cause devono essere ancora accertate, degli argini del fiume Crati. Le idrovore stanno ancora pompando fuori dallo scavo di Parco del Cavallo l’acqua, ma il problema più grave sarà l’enorme quantità di fango che rimarrà sulle strutture e sugli strati antichi e che dovrà essere rimossa immediatamente, prima che abbia il tempo di solidificarsi e rendere tutte le operazioni di verifica dei danni, scavo, pulizia e restauro molto difficili o, addirittura, impossibili.
Chiediamo al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio, al Ministro della Cultura e a tutti gli Enti competenti di intervenire senza indugio per salvare le strutture antiche di un sito che è uno dei patrimoni culturali più importanti della Calabria, dell’Italia e di tutta l’umanità. Chiediamo che vengano destinati fondi e mezzi straordinari per la ripulitura, la messa in sicurezza ed il ripristino dello scavo archeologico.

Battista Sangineto                       Università della Calabria
Armando Taliano Grasso                     “
Maurizio Paoletti                                     “
Giovanna De Sensi Sestito                  “
Stefania Mancuso                                   “                           
Vito Teti                                                      “                                      
Pier Giovanni Guzzo                              già Soprintendente della Calabria e Pompei
Giuliano Volpe                                         Rettore Università di Foggia

2 commenti:

  1. Ciao Bruno, mi sono iscritto solo adesso al tuo blog e per questo clamoroso ritardo ti chiedo scusa. Ricordo, quando ti sei iscritto nel mio blog io, di essere andato a vedere il tuo profilo, ma non avevo trovato blog che avessero (come il mio ha) i "lettori iscritti" e allora non mi sono iscritto. Evidentemente ho sbagliato a verificare, e solo ora, per puro caso tra l'altro, me ne sono accorto. Scusami ancora Bruno, io ricambio sempre le persone che s'iscrivono al mio blog, ecchepperò hanno un blog bello. Ti saluto e ti verrò a trovare più spesso ora. Alla prossima Bruno, Matteo.

    RispondiElimina