Il Museo di Reggio: un patrimonio calabrese da valorizzare

di Gaetanina Sicari Ruffo
E' nato a Reggio Calabria il Movimento "Mezzogiorno Democratico" per la formazione d'un laboratorio di idee che aiuti a sviluppare risorse culturali ed ambientali, atte a stimolare i giovani ad un impegno attivo e proficuo.
E' costituito dalle Associazioni: Avvenire, Crescita e Sviluppo, Nuovo Umanesimo, Rinascita Reggio, Guido Calogero, Promocultura.
Il primo incontro di Studi, aperto al dibattito, s'è tenuto il 28 giugno, alle ore 17, all'Università per Stranieri "Dante Alighieri", sul tema: Il Museo di Reggio: un patrimonio calabrese da valorizzare. Ha svolto la relazione il Prof. Giuseppe Caridi, dell'Università di Messina. Sono intervenuti: Paolo Bolano, esponente dello stesso Movimento, Carmelina Sicari di Nuovo Umanesimo, Daniele Castrizio dell'Università di Messina. Il Museo, perla dei Beni Culturali calabresi, ancora è latitante. Si aspetta la fine dei lavori di restauro perché sia inaugurato ed aperto alla fruizione del pubblico. Si aprirebbe così la possibilità di fare di esso un luogo importante di richiamo per quanti apprezzano gli studi magnogreci e le civiltà correlate. In questo momento di grave crisi non sarebbe male che ci fosse un volano di sviluppo e di crescita non solo per l'attrazione turistica, ma pure per creare un ponte di riferimento allargato ad altre esperienze ed altre culture, con seminari ed esposizioni mirate del ricco patrimonio conservato. Meglio che fosse dichiarato protetto per esercitare compiutamente la sua funzione.
Se ne discuterà in un prossimo futuro.

Nessun commento:

Posta un commento