Colombo, 520 anni fa, la scoperta delle Americhe

Colombo
"... Giovedì 11 ottobre del 1492: l'Ammiraglio navigò verso ovest-sud-ovest; ebbero il mare più tempestoso che avessero mai sperimentato durante tutto il viaggio...".

Il brano è tratto da "Cristoforo Colombo e il Papa tradito" di Ruggero Marino, edizioni RTM 1997. E dello stesso volume, aggiungiamo qualche pagina, per celebrare il 520esimo anniversario del viaggio di Colombo, che in qualche maniera è legato anche alla Calabria: ad Aiello per il marinaio Angelo Manetti che con Colombo ha navigato, e per il papa Cybo, della stessa famiglia feudataria di Ajello; ad Amantea per il marinaio Anton Calabrès; e infine a Paola per i rapporti del navigatore con S. Francesco.


Per saperne di più sulla vicenda colombiana, vi consigliamo l'ultimo dei libri di Marino: "L'Uomo che superò i confini del mondo" (vedi anche QUI), ancora reperibile in libreria. Il volume, come si ricorderà, era stato presentato ad Aiello, nell'agosto 2011, alla presenza dell'Autore e di autorevoli relatori.


In fondo al post, una serie di link sull'argomento.

3 commenti:

  1. Aggiungo:
    http://raivaticano.blog.rai.it/2010/02/18/esclusivo-chi-ha-scoperto-lamerica-un-papa/

    RispondiElimina
  2. e ancora:
    http://genova.mentelocale.it/48521-povero-cristoforo-colombo-genova-nessuno-cura-te/
    http://www.primocanale.it/notizie/genova-celebra-colombo-tra-convegni-e-poesie-114769.html
    http://www.dazebaonews.it/cultura/item/13649-genova-notte-della-poesia-da-colombo-alla-colomba

    RispondiElimina
  3. Very interesting article. I was not at all aware of the role of the Pope and it was also a pleasure to learn that some Aiellesi were involved ! Related to the same subject and in the same vein, I would like to suggest a book I am reading at the moment, to those who can read in French :
    It is called ''La Controverse de Valladolid'' by Jean-Claude Carriere. It is about a debate going on in the Church around the same time as the Spanish Conquest of the Americas, with regard to the human rights of the native Indians.

    RispondiElimina